sabato 8 luglio - Marco Barone

Se l’Italia vuole rimanere in Ue dovrà diventare un grande centro d’espulsione per i migranti

L'Italia come una santa? Ancora per poco. Perché l'Europa non vuole più migranti, dopo aver accolto, o meglio spacciato per accoglienza, un numero di persone ritenuto utile per la propria manovalanza, e profitto interno, spesso a costo ridotto, ha chiuso le sue porte ed i suoi porti. E' per questo che l'Europa non ha osato minimamente fermare il muro sloveno, croato, ungherese, perché era consapevole del fatto che l'Europa benestante al momento giusto avrebbe fatto la stessa identica cosa. Chiudersi.

L'Italia, santa, anche se è ben noto come l'accoglienza funziona nella maggior parte dei casi nel nostro Paese, e dove il malaffare ed il business ci ha messo anche del suo, ora dovrà decidere cosa fare.

Se dentro l'Europa vuole restare, dovrà diventare un grande centro d'espulsione diffuso per i migranti. Altro che accoglienza diffusa, espulsione diffusa. Non ha altra soluzione, se vuole restare in questa Europa, perché a livello internazionale non conta un bel niente ed è costretta a subire. Ovviamente ciò comporterà anche una militarizzazione delle sue acque, insomma, per i migranti la strada è segnata. Vi abbiamo massacrato l'economia? I territori? Dal colonialismo alle guerre di questo millennio? Ci dispiace, forse, ma l'Europa non è per voi, e guai a parlare di sogno europeo, perché a voi migranti non è consentito sognare. L'Italia ha la possibilità di uscire fuori dall'Europa? Economicamente sarebbe un disastro, politicamente è tutta una incognita è più probabile che venga buttata fuori, come insegna la questione sui migranti, quello che la storia ha insegnato è che l'isola felice non esiste, e dunque a dirla tutta siamo proprio in un bel guaio. Ha vinto la logica razzista del prima gli?
 
L'animo nazionalista, razzista e nefasto che ha segnato in modo drammatico e violento il '900 non è mai svanito, è qui con noi perché questa è l'Europa, perché questo è il sentimento diffuso in gran parte del popolo europeo

Marco Barone



2 réactions


  • GeriSteve (---.---.---.40) 9 luglio 13:10

    Italia santa? Italia razzista?


    Credo nessuna delle due.

    Credo che il governo italiano (non l’Italia o gli italiani!) abbia patteggiato, in cambio agli occhi chiusi della UE sui suoi conti, di diventare il serbatoio degli immigrati clandestini, cosa che piace tanto alle mafie che ci lucrano, ben rappresentate in questi governi.

    Vedi ad esempio, proprio qui, l’ottimo articolo:
    http://www.agoravox.it/Migranti-in-...

    Adesso Renzi (non l’Italia!) dice di voler cambiare linea,
    ma chissà se lo fa e se lo può fare (e cioè se quei rappresentanti delle mafie glielo consentono).

    Comunque non lo dice perchè da cattocomunista (molto catto e pochissimo...) lui è diventato razzista, lo dice perchè comincia a temere di non avere più nessun consenso alle elezioni e perchè, non avendo alcuna idea guida, si arrabatta contraddicendosi continuamente per poter sempre sostenere che lui l’aveva detto...

    Ma se l’autore si appassiona a questo squallido teatrino e ci crede alla guerra fra santi e razzisti, si diverta pure.

    GeriSteve


  • GeriSteve (---.---.---.40) 9 luglio 13:11

    Italia santa? Italia razzista?


    Credo nessuna delle due.

    Credo che il governo italiano
    (non l’Italia o gli italiani!) abbia patteggiato, in cambio agli occhi chiusi della UE sui suoi conti, di diventare il serbatoio degli immigrati clandestini, cosa che piace tanto alle mafie che ci lucrano, ben rappresentate in questi governi.

    Vedi ad esempio, proprio qui, l’ottimo articolo:
    http://www.agoravox.it/Migranti-in-...

    Adesso Renzi (non l’Italia!) dice di voler cambiare linea,
    ma chissà se lo fa e se lo può fare (e cioè se quei rappresentanti delle mafie glielo consentono).

    Comunque non lo dice perchè da cattocomunista (molto catto e pochissimo...) lui è diventato razzista, lo dice perchè comincia a temere di non avere più nessun consenso alle elezioni  e perchè, non avendo alcuna idea guida, si arrabatta contraddicendosi continuamente per poter sempre sostenere che lui l’aveva detto...

    Ma se l’autore si appassiona a questo squallido teatrino e ci crede alla guerra fra santi e razzisti, si diverta pure.

    GeriSteve


Lasciare un commento