mercoledì 12 febbraio - marina bontempelli

Venezia: Alessandra Ferri apre il Carnevale 2020 della Fenice

Nei primi giorni della festività carnevalesca, il Teatro La Fenice ospita DUSE, un balletto a serata intera ispirato a Eleonora Duse e firmato John Neumeier.

Basato su musiche di Benjamin Britten e Arvo Pärt eseguite dal vivo dall’Orchestra del Teatro La Fenice diretta da Luciano Di Martino, lo spettacolo si apre traghettandoci nel 1916 in una sala cinematografica milanese nella quale Eleonora Duse sta assistendo al suo unico film, Cenere, ed è lì che incontra, tra il pubblico, il soldato di cui si innamora.

John Neumeier dà inizio così le sue «fantasie coreografiche», con il ricordo di un amore che fa tornare in mente ad Eleonora i suoi esordi di giovane attrice, e prosegue con una visione soggettiva della biografia della divina lavorando su una sintesi simbolica di situazioni e immagini tese a evocare l’essenza di quella personalità leggendaria, senza mai scivolare in un approccio documentaristico.

Prima rappresentazione italiana in esclusiva, il balletto è ispirato ad alcuni episodi della vita di questa straordinaria donna dotata di un magnetico carisma artistico e professionale nonchè alla costante ricerca di un nuovo ideale teatrale. Dopo il debutto nel 2015 ad Amburgo, Duse ha avuto moltissime repliche in tutta la Germania, si tratta di una coreografia che si attaglia perfettamente al temperamento drammatico di Alessandra Ferri, sul palcoscenico in costante dialogo coreutico con i ballerini dell’Hamburg Ballett John Neumeier.

I movimenti sono fluidi e lievi, i rapporti profondi e l’esperienza del tempo e dello spazio dilatata. La Ferri, sublime, non interpreta solo, bensì danza in un’identificazione immanente scivolando tra i suoi amori, l’arte e la morte con la grazia di una silenziosa, flebile nevicata. Ed è proprio con una delicata, melanconica nevicata che chiude lo spettacolo: oltre la morte un diafano incontro, il congedo, tra la Duse e gli uomini della sua vita.

JPEG - 91.2 Kb

L’evento è stato preceduto da una giornata dedicata interamente alla grande attrice: nella Stanza Eleonora Duse della Fondazione Giorgio Cini, una visita guidata alla Mostra "Creatura - Va -Vivi nel tuo raggio" Antonio e Cleopatra di Eleonora Duse e Arrigo Boito ha preceduto un incontro presso la Sala Marco Polo dell’Hotel Danieli, luogo simbolo di eleganza e storia dove la grande attrice, nei suoi anni veneziani, usava incontrare l’èlite internazionale e culturale del tempo, da Arrigo Boito a Gabriele D’Annunzio, da Alexander Wolkoff a Gegè Primoli.

Lo spettacolo ha riscosso un sentito successo, con applausi sinceri per tutti, in particolare per l’ étoile, vera diva della serata, come lo fu Eleonora Duse nella vita.

PNG - 690.5 Kb

A stretto giro, sempre all’interno delle manifestazioni del Carnevale veneziano, si succederanno due capolavori comici del teatro musicale, appartenenti a due diversissimi momenti della storia del melodramma. La serva padrona di Giovanni Battista Pergolesi e L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, melodramma giocoso in due atti su libretto di Felice Romani. Infine, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice ospiteranno la prima esecuzione assoluta dello spettacolo di teatro musicale Fantasmagorie. Vita, morte e miracoli di Pulcinella.

JPEG - 84.9 Kb

Per informazioni e prenotazioni www.teatrolafenice.it, call center Hellovenezia +39 041 2424. 

Marina Bontempelli

JPEG - 310.1 Kb
Teatro la Fenice, Venezia. Carnevale 2020
"Fantasie coreografiche" DUSE




Lasciare un commento