giovedì 14 gennaio - Giuseppe Aragno

Una faccia da schiaffi

Renzi me lo ricordo agli esordi, quando andava in bicicletta davanti alle telecamere ma, girato l’angolo, dove nessuno lo vedeva, da ciclista diventava immediatamente automobilista. 


Dopo la sceneggiata, raccontava alla gente che, diventato Presidente del Consiglio, non avremmo speso un soldo per la sua sicurezza. Raggiunto lo scopo, rottamò la bicicletta, volle un aereo e noi glielo pagammo. Quando un comune mortale si comporta così, la gente usa dire che ha una «faccia da schiaffi». Gli italiani però sono molto civili e schiaffi Renzi non ne prese. 

Quando gli fu chiesto di ammazzare la Costituzione, non ci pensò due volte e l’11 gennaio del 2016 dichiarò: «Se perdo il referendum sulla riforma costituzionale smetto di far politica. Non è un plebiscito su di me, ma finalmente c’è la responsabilità di chi fa politica dopo che per anni c’è stato il pantano». Non contento, definì questa sua scelta un comportamento da «sistema anglosassone» e precisò: «fai uno-due mandati e te ne vai».
Gli italiani tirarono un sospiro di sollievo, ma Renzi perse, non fece l’anglosassone e non tolse il disturbo. Quando un comune mortale si comporta così, la gente usa dire che ha una «faccia da schiaffi». Gli italiani però sono molto civili e schiaffi Renzi non ne prese nemmeno quella volta.

Da bugiardo qual è, il rottamatore di biciclette tornò a candidarsi e dopo aver dichiarato che il Senato, così com’è, non serve a nulla, divenne senatore e confermò per sua stessa ammissione ciò che tutti sospettavano: Renzi non serve a nulla. Quando un comune mortale si comporta così, la gente usa dire che ha una «faccia da schiaffi». Gli italiani però sono molto civili, Renzi schiaffi non ne prese e ogni mese gli paghiamo un ricco stipendio.

Oggi, in piena pandemia, incurante di morti e sofferenze, l’inutile membro di un organismo a suo dire inutile, non solo ci prende ancora per i fondelli, ma prende per la gola il governo e provoca la crisi. Quando un comune mortale si comporta così, la gente usa dire che ha una «faccia da schiaffi». Certo, la violenza non risolve i problemi, però è bene ricordarlo: di fronte a pericoli mortali, la legittima difesa è un diritto che non si può negare.



8 réactions


  • Enzo Salvà Enzo Salvà (---.---.---.64) 15 gennaio 10:45

    Tutto vero ma concentrarsi sul personaggio è un modo per distogliere l’attenzione dai problemi che ha sollevato, che ci sono, che sono noti e che rimangono insoluti. 

    A questa "presa per la gola" non credo, semplicemente nascerà una formazione con Conte Leader, i 5S sempre più immersi nella scatoletta e nel brodo che odiavano, il PD che ha uomini e capacità di gestione sul territorio: gestiranno una torta enorme. 

    Il rottamatore ha fatto il ribaldo, ma sono convinto che sia stato convintamente messo nella condizione di sbattere le porta. Non mi dolgo per questo, ovviamente, ma la condizione della politica italiana è francamente vergognosa, a tutti i livelli e a tutte le latitudini.

    Un Saluto

    Es.


  • paolo (---.---.---.49) 15 gennaio 16:36

    Siccome stimo Enzo, gli sarei grato se mi elencasse, proprio per punti e senza entrare nel merito, quali sono questi problemi "noti" che il fringuello di Rignano ha sollevato.

    Azzardo alcuni: Conte (Dracula) despota? Il MES ? La gestione del Recovery Fund(o Plan) ?, .......... ? Voleva forse dire che questo governo ( di cui anche lui faceva parte) non sta facendo tutto bene ? Che sta facendo errori?. Ma pensa un pò ?!!. Chiedere a Merkel, Macron , Bojo.... please. Tutto sto casino che ci rende ridicoli di fronte al mondo solo per affermare questo ? O che altro??????. 

    Ma davvero c’è ancora chi ha dubbi su chi sia e cosa sia questo signore ( e soprattutto chi gli sta dietro) ? .

    La definizione escatologica su Renzi è di Bersani, uno dei massimi responsabili assieme a Berlusconi della creazione di Renzi : " Il programma di Renzi è Renzi ". Punto. Io su Renzi dicevo cosucce su questo blog diversi anni fa. Non sono stato smentito.

    Soltanto che ho l’impressione che questa volta gli andrà buca. Ha tirato il colpo nel momento peggiore e senza fare bene i conti su Conte che, non essendo un politico di professione, è poco incline ai riti da esorcista. Certo che Conte accetta di scendere a compromessi, e ci mancherebbe, lo impone il suo ruolo di regista, ma non per questo è disposto a giocarsi l’anima. Perché poi nella vita civile ha una faccia da preservare. E ne ha una sola.

    Provate a pensare cosa farà Renzi se esce dalla politica (ben retribuita) e cosa invece farà Conte. 

    Ad maiora semper.


  • Enzo Salvà Enzo Salvà (---.---.---.246) 15 gennaio 18:46

    Paolo, sai bene che di Renzi ho avuto sfiducia ben prima di te, ma in questo momento mi da fastidio sentire tanti bla bla mentre ci sono cose indispensabili NON FATTE dopo la prima fase della pandemia. Si dovrebbe, si deve, parlare di questo non della bocca che le ha riassunte e portate a galla,

    Non posso non spiegare come la penso io:

    MES Sanità: non attivarlo perché si chiama MES o perché i soldi che spendi verranno controllati da terzi non è da servitori del popolo, 

    Fui d’accordo e contento quando il Governo stanziò un sacco di soldi da affidare alle Regioni per Sanità, Scuola, Trasporti: le Regioni non ce la fanno a spenderli? Si utilizza il metodo del "primario interesse dello Stato", ma la Sanità pubblica si deve rimettere in moto, la Scuola ed i relativi trasporti DEVONO FUNZIONARE, 

    Sul bilancio dello Stato: non c’è stata discussione ma hanno infilato un ulteriore pioggia di soldi nel Milleproroghe ed in Senato è passato in cavalleria con tanto di contentino a Lega, FdI, FI e gruppi del Gruppo Misto, 

    Se guardi tutta la parte delle Infrastrutture, è vero che le Gestioni non sono ancora state attivate, 

    Sul Recovery Plan, ho già detto, sai che penso che Renzi abbia avuto ragione ad esporsi, non so se ci fossero motivi reconditi. Di certo non è diventato il novello Savonarola

    ed è per questo che dico che è stato graziosamente portato a sbroccare ed alla porta: c’è un enorme pacco di soldi da gestire:

    Mi ripeto: Conte si farà la sua formazione, magari non subito ufficiale, con i Responsabili o i Costruttori ed ecco che l’assalto alla diligenza arriverà da questi anziché da Renzi: tanti interessi diversi da "sfamare", il PD ha i suoi interessi e capacità e uomini per gestirli, Conte sarà Leader, i 5S ci saranno, famelici come gli altri due

    ma rimarrà sempre questo sistema di operare senza progetto e visione, sempre in uno stato di emergenza immaginaria, sempre sul palcoscenico anziché in Ufficio,

    Sarebbe cambiato qualche cosa con Renzi in maggioranza? No, non credo, mi limito a dire che "ci sono problemi per incapacità, colpa, insipienza" che non vengono a galla perché se ne fa una questione personale e partitica: il solito dito e luna, insomma.

    io mi auguro solo che su Next Generation Eu l’Unione utilizzi il sistema dei cani da guardia che mordono e ci tengono sotto stretto controllo.

    Su quanto viene fatto all’estero: in Germania ti dico che sono in difficoltà per la trasmissione della malattia, non a livello organizzazione dei servizi, per gli altri non so, il problema c’è.

    Francamente le facce di Conte sono tante quante quelle dei 5S, (e di Renzi): infinite; lascia la passione e sii un po’ cinico, 

    Un saluto 

    Es.


  • paolo (---.---.---.49) 16 gennaio 12:33

    Come dice Aragno l’intervento del "cittadino italiano" non è proprio congruo al suo articolo, ma è pur sempre in ambito politico e allora perché non rispondere? Lo faccio io. Il commento del "cittadino"presenta due errori di fondo : 1) non siamo una repubblica fondata sui sondaggi (e sorvolo sulla qualità degli stessi ), 2) chi vince a livello locale non rappresenta la scelta politica a livello parlamentare. Cose entrambe già avvenute in passato quando il PCI vinceva a mani basse a livello locale e la DC vinceva a mani basse alle politiche. Quindi storia docet. Inoltre quando si dice "maggioranza del paese" ci si riferisce al 70% (votanti) del 60 % (aventi diritto che si presentano), ergo, se va bene, ad un 42% dei cittadini. 

    Poi sulla eventuale qualità dell’alternativa destrorsa a guida Lega e Salvini ci ha pensato il Covid a darcene una rappresentazione significativa. Meglio stendere un velo pietoso. E poi se uno ancora non ha capito chi è Salvini ......... ?!!

    A Enzo dico due cose.

    Ho detto di Renzi subito dopo che il fringuello aveva smesso di fare il Boyscout, ovvero alla soglia dei 21 anni, quando ancora era capo scout. Il sottoscritto a quella età era impegnato già da anni su altre strade notoriamente molto più accattivanti. Non sono un grillesco per militanza ma raziocinante e per ragioni ben ponderate. Vedo il buono e il cattivo ma credo, al momento, che il primo prevalga nettamente sul secondo. Gli altri li abbiamo già provati con i risultati sotto gli occhi di tutti ( quelli che vogliono vedere ovviamente). La cosa curiosa è che più questi fanno cose decenti (magari anche di sinistra) e più vengono bastonati dai media ad unisono. Qualcosa vorrà pur dire. 

    Su Conte libero di pensare quello che credi, il punto sono le alternative in campo. E se Draghi è una di queste chiediamoci cosa ha combinato alla Banca d’Italia. 

    A proposito di militanti camuffati. Ieri in tv (credo RAI 3 ma non sono sicuro) ho sentito il sociologo e politologo psicometrico (dalla cui bocca piovono polpette) Luca Ricolfi, accusare, in maniera molto alterata e scomposta, Conte di essere il responsabile di migliaia di morti per Covid e forse chissà per cos’altro. 

    saluto


  • Giuseppe Aragno Giuseppe Aragno (---.---.---.72) 16 gennaio 17:37

    Il cittadino italiano senza mascherina...


  • Enzo Salvà Enzo Salvà (---.---.---.246) 16 gennaio 18:14

    Paolo, io devo cominciare a riflettere di più e scrivere di meno: ma quanto meno?

    Io ho commentato Aragno per sollevare un dubbio e contestare l’opportunità di concentrarsi sul personaggio anziché su quello che ha detto, 

    ed ho proposto brevemente un mio modo di vedere, punto.

    poi arrivi tu e mi lascio coinvolgere, porca miseria ......

    Non avevo nessuna intenzione di infilarmi in questioni politico/partitiche, non è nemmeno il momento, secondo me, ......

    ..... che poi sul conto arriva uno che deve essere rimasto in ibernazione negli ultimi 30 anni o è lo Steve Bannon de noantri,

    Un saluto, in bocca al lupo a tutti, 

    Es.


  • Giuseppe Aragno Giuseppe Aragno (---.---.---.72) 16 gennaio 19:20

    Non un commento, ma un trattato in più tomi. Il cittadino italiano non vuole tediare...


  • paolo (---.---.---.49) 17 gennaio 00:06

    Caro Aragno si è sturato il lavandino. Il "cittadino" era partito benino poi il delirio fascioleghista ha preso il sopravvento.

    Cita la FAZ (Frankfurter Allgemeine Zeitung) come fosse il Vangelo secondo Matteo. Testata giornalistica, indubbiamente autorevole ma pur sempre di centrodestra con qualche deriva nazionalista, che vede comunisti nascosti anche nei pannolini dei bambini. Piller detto Tobias(tse!). 

    Un saluto a tutti. Anche al cittadino con l’augurio che trovi modo di affrancarsi dalla sua ossessione per i comunisti e magari si documenti un pò meglio. Perché oltretutto è anche un negazionista!! Porcaccia di una miseriaccia ......... mi fermo.


Lasciare un commento