venerdì 11 settembre - Riccardo Noury - Amnesty International

Uganda, la libertà d’espressione sotto autorizzazione

Chi vorrà pubblicare informazioni online dovrà chiedere entro il 5 ottobre una specifica autorizzazione al governo.

Così ha stabilito la Commissione per le comunicazioni dell’Uganda, dando così un ulteriore colpo alla libertà d’informazione nel paese africano in vista delle elezioni del 2021.

Considerato che per via delle normative in vigore per contrastare la pandemia da Covid-19 l’organizzazione di comizi e raduni politici sarà estremamente limitata, la campagna elettorale si svolgerà dunque prevalentemente online. Su piattaforme autorizzate dal governo, ossia con contenuti approvati dal governo.

Sempre che non accada come nel 2016, quando il governò ordinò la chiusura del social media per non meglio precisati “motivi di sicurezza”.

 




Lasciare un commento