martedì 14 luglio - Kocis

Sull’incontro a Trieste tra i Presidenti di Italia e Slovenia

Ma perché i telegiornali RAI non sono in grado di ricostruire correttamente gli eventi storici?

 

Non so dei telegiornali trasmessi dalle Tv cosiddetti “libere”..non le seguo mai! Oggi TG1, ore 13.30. In primo piano l’incontro di riconciliazione tra il Presidente Mattarella e il Presidente sloveno Pahor a Trieste.

Ebbene, si da ampio risalto alla visita alla foiba di Basovizza, dove, si ricorda, si consumarono gli eccidi “contro gli italiani” da parte dell'esercito di Tito, tra la fine dell’aprile e l’inizio maggio 1945. Poi, viene evidenziata la visita al cippo dedicato ai quattro irredentisti sloveni fucilati dal regime fascista nel 1930, quindi, la “restituzion “ della Casa del Popolo slovena Narodni Dom nel luglio 1920 e l'onorificenza allo scrittore Boris Pahor, che ormai ha toccato i 107 anni.

Poi, un assordante vuoto temporale degli eventi storici avvenuti dall’avvento del regime fascista fino alla fase finale della seconda guerra mondiale.

Cancellati quasi 25 anni di storia.

Nulla viene detto della persecuzione e delle discriminazioni condotte dal regime fascista contro gli sloveni.

Nulla viene detto dell’invasione della Slovenia e del Montenegro da parte dell’esercito italiano, a comando del dittatore e del re, nell’aprile del 1941.

Nulla viene detto degli orrendi delitti di massa condotti dagli italiani nei confronti degli sloveni durante l’occupazione.

Nulla viene detto della “gentile” concessione da fascisti della RSI ai dì tedeschi nazisti del “Litorale adriatico”, settembre 1943: provincie di Trieste, Udine, Gorizia, Fiume, Lubiana, e degli eccidi che furono consumati dai nazifascisti.

E’ ben noto che la stragrande maggioranza degli italiani sconosce i tragici avvenimenti storici che furono realizzati in quelle zone negli ultimi cento anni.

Eppure, si insiste, con grande tranquillità, a cancellare le parti più importanti della Verità. Eppure si tratta delle fondamenta della nostra Repubblica nata dalle ceneri del fascismo.

Incredibile, ma purtroppo vero!.

 



1 réactions


  • paolo (---.---.---.49) 14 luglio 17:44

    Ma perchè stupirsi? E’ il metodo del revisionismo storico alla Gasparri o alla Pansa, tanto per citare un politico di area fascista ed uno scrittore che del revisionismo ha fatto un business.

    Il metodo è il seguente : la storia, o se vogliamo la successione degli eventi, è come un film, basta trasmettere solo il secondo tempo e il gioco è fatto. I cattivoni diventano vittime e le vittime cattivoni.

    ciao


Lasciare un commento