giovedì 27 giugno - Aldo Funicelli

Olimpiadi Invernali 2026: il partito del fare

Il partito del fare esulta per la vittoria di Milano (e Cortina) per le olimpiadi invernali del 2026: più infrastrutture, più servizi, più turisti.
Ma senza tirare in ballo gli amici e gli amici degli amici - rassicura il sindaco Sala: non fate come quelli che alle feste si imbucano e si mangiano tutti i tramezzini..

Ieri il titolo di Risanamento in borsa ha guadagnato un +8%: qualcuno ha capito fin da subito che aria tirava, per tutti i progetti che partiranno a Milano, specie nelle aree dismesse di FS che di fatto si trasformerà in una immobiliare. Anziché occuparsi di treni e stazioni.
Comunque vada sarà un successo, forse anche per i milanesi che, come per Expo, si vedranno sfilare davanti un piccolo evento (le olimpiadi dureranno 15 giorni) e potranno dire ai figli, "io c'ero".
Per il momento pagheranno il biglietto di Atm a 2 euro, dal 15 luglio.

Perché per fare servono soldi.
I soldi dell'autonomia differenziata, per esempio: quelli che la regione Lombardia si terrà da parte per gestire scuola, trasporti e gli altri temi, non più in concorrenza con lo Stato centrale.


Giusto ieri l'operazione Grimilde (la regina cattiva delle fiabe) ha portato in carcere esponenti della ndrangheta della famiglia Grande Aracri (e qualche politico locale) nelle province dell'Emilia, altra regione in cerca di autonomia.

Anche le mafie, oggi come nel passato, hanno cercato di sedersi al banchetto delle grandi opere, dall'alta velocità, al TAV, ad Expo. Chissà se questi "amici" saranno tenuti fuori dalle olimpiadi?
Qualche settimana fa una forte perturbazione sull'alto lecchese ci ha ricordato quanto sia fragile il nostro territorio, le immagini dei pini (quelli con cui si costruiscono gli Stradivari) abbattuti dalle raffiche di vento lo scorso autunno dovremmo ancora ricordarcele. 

Eppure c'è qualcuno che afferma che proprio grazie a questi eventi si metterà in sicurezza il territorio.
Gli stessi che dicono che non verranno create altre cattedrali nel deserto, che il pubblico non ci rimetterà (come successo a Torino, a Roma ..).

Ai tempi di Expo i primi anni sono stati sprecati sulla decisione delle nomine: vedremo ora se il partito del fare saprà fare di meglio.



1 réactions


  • Sandro Pistilli (---.---.---.250) 28 giugno 15:21

    Fossi io Sala inizierei già da adesso a nominarmi gli avvocati difensori.


Lasciare un commento