mercoledì 26 febbraio - Riccardo Noury - Amnesty International

“No all’estradizione, Assange sia scarcerato”: l’appello di Amnesty International

Alla vigilia dell’udienza sull’estradizione di Julian Assange, prevista lunedì 24 febbraio, Amnesty International ha lanciato una campagna per chiedere agli Usa di annullare tutte le accuse di spionaggio o relative a questo reato.

Poiché la detenzione di Assange è strettamente collegata alle accuse contenute nella richiesta di estradizione, l’organizzazione per i diritti umani chiede che Assange sia prontamente rilasciato.

Se quelle accuse non verranno annullate, le autorità del Regno Unito dovranno comunque assicurare che Julian Assange non sia estradato negli Usa, dove rischia di subire gravi violazioni dei diritti umani.

Secondo Amnesty International, “gli incessanti tentativi del governo Usa di processare Julian Assange per aver reso pubblici documenti riguardanti anche possibili crimini di guerra commessi dalle forze armate statunitensi non sono altro che un assalto su larga scala al diritto alla libertà d’espressioneIl potenziale effetto raggelante verso i giornalisti e altre persone che denunciano le malefatte dei governi rendendo note informazioni ricevute da fonti credibili potrebbe avere profonde conseguenze sul diritto delle opinioni pubbliche a conoscere cosa stanno facendo i loro governi“. 

Le accuse contro Assange derivano direttamente dalla pubblicazione di documenti segreti nell’ambito del suo lavoro con Wikileaks, attività che in quanto tale e di per sé non dovrebbe essere punita e che il giornalismo investigativo porta regolarmente avanti.

Negli Usa, Assange potrebbe essere sottoposto a condizioni detentive equivalenti a maltrattamento e tortura, compreso l’isolamento prolungato. Anche il rischio di subire un processo iniquo sarebbe molto concreto, data la campagna ostile promossa nei confronti di Assange da funzionari Usa fino ai più alti livelli, che comprometterebbe enormemente il suo diritto alla presunzione d’innocenza.

Esperti di Amnesty International assisteranno lunedì 24 febbraio all’udienza sull’estradizione di Assange.

 




Lasciare un commento