venerdì 7 febbraio - Marco Barone

Germania revoca onorificenza riconosciuta ad Al Sisi. Ora si dichiari l’Egitto insicuro

Una delle immagini simbolo di Giulio è quel murales realizzato a maggio 2016 a Berlino, in Marienburger Strasse, nel quartiere Prenzlauer Berg, per mano di El Teneen, pseudonimo di uno degli artisti più noti d’Egitto. «L’hanno ucciso come un egiziano» è quanto viene riportato sul graffito di El Teneen. Un graffito diventato simbolo e copertina nel libro Giulio fa cose.

 Avevamo dato notizia di quel comportamento scandaloso che era stato posto in essere in Germania verso la dittatura egiziana. Abdel Fattah El Sisi aveva ricevuto l'Ordine di San Giorgio di Dresda del Semper Opera Ball, "in riconoscimento dei suoi sforzi per raggiungere la sicurezza, la stabilità e lo sviluppo in Egitto." Tanto che una delegazione tedesca guidata dal manager di Semper opera ball Hans-Joachim Frye ha consegnato la medaglia al presidente Sisi durante una riunione del 26/1/2020. E gli elogi, come sempre non si sono sprecati. Hanno "lodato gli sforzi del presidente Sisi per diffondere la cultura della convivenza pacifica, dell'accettazione degli altri e della libertà di credo e tolleranza, ha aggiunto il portavoce." Poi la notizia si è diffusa, in Germania si è scatenato un putiferio ed è arrivato un clamoroso passo indietro. Per nulla scontato. Che forse ha anche più effetto della consegna del premio. Il premio è stato revocato. La decisione di revocare la concessione dell'Ordine di San Giorgio ad Al Sisi segue, come detto diverse proteste, tra cui quella di diversi artisti che avevano disdetto la loro partecipazione al ballo dell'Opera Semper. 
 
Bene. Ora, come è noto l'Egitto ha rapporti strettissimi con la Germania. I principali riferimenti per l'Egitto in materia di turismo sono storicamente la Russia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Francia. Ed è proprio la Germania a mantenere il primato come paese europeo in Egitto, oltre ad accordi commerciali milionari. 
 
Sarebbe opportuno che la Germania seguisse il gesto compiuto da Semper Opera Ball. E il miglior modo per seguirlo è dichiarare l'Egitto paese insicuro. Come si può non dichiararlo insicuro un Paese dove ogni giorno spariscono diverse persone nel nulla? Dove ogni tre mesi, da quando Al Sisi ha preso il potere il colpo di stato nel 2013, proroga lo stato d'emergenza che militarizza il Paese? Come si possono continuare a mantenere rapporti con un Paese che ha ammazzato un ricercatore europeo, che era lì, per studiare, fare il suo lavoro da ricercatore? E nega verità e giustizia a Giulio? Da oltre quattro anni? La Germania è il cuore dell'Europa di oggi, che sia la Germania a dare un bell'esempio su ciò, anche all'Italia.
 

mb




Lasciare un commento