Attilio Runello (---.---.---.99) 3 agosto 00:36

Il dibattito non è sul negazionismo bensì su un governo che durante la pandemia ha governato con decreti, baipassando il Parlamento, quasi sempre ricorrendo alla fiducia. Di recente lo ha sottolineato anche la Casellati. Negli ultimi dodici mesi il debito pubblico è cresciuto di centosettanta miliardi per pagare chi era fermo. A gennaio e febbraio era il governo negazionista e a chi lanciava segnali di allarme veniva detto che era allarmista. Si poteva intervenire prima, collaborando con le regioni.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito