Enzo Salvà Enzo Salvà (---.---.---.64) 2 dicembre 10:54

Lei scrive: A decidere è un comitato tecnico. Se le decisioni fossero prese da un organismo politico per molti sarebbe meglio.

Io leggo: 22 ott 2019 - La revisione del meccanismo europeo di stabilità (MES) ..... approvato le risoluzioni 6-00076 (Nuova formulazione) Molinari, D’Uva, e 6-00065.

A pagina 4 del testo PDF della Camera dei Deputati:

Governance e processo decisionale

È costituito da un Consiglio dei governatori (composto dai Ministri responsabili delle finanze degli Stati membri della zona euro e presieduto dal Presidente dell’Eurogruppo) e anche da un consiglio di amministrazione (composto da 19 amministratori nominati dai governatori tra persone di elevata competenza in materia economica e finanziaria) e da un direttore generale. Le decisioni più importanti, comprese quelle relative alla concessione di assistenza finanziaria agli Stati membri, sono adottate dal Consiglio dei governatori secondo la regola del comune accordo (unanimità dei membri partecipanti alla votazione, senza contare le eventuali astensioni); tuttavia, al fine di garantire efficacia al sistema decisionale, è previsto il voto a maggioranza qualificata dell’85% del capitale qualora la Commissione e la BCE decidano che occorrono decisioni urgenti in materia di assistenza finanziaria in caso di minaccia per la stabilità finanziaria ed economica della zona euro. Ciascuno Stato membro ha un numero di diritti di voto pari alla quota di contribuzione al capitale versato.

A me sembra un organismo politico

Le ultime righe, come può notare, sono …..è previsto un voto a maggioranza qualificata dell’85% del Capitale qualora……

A pagina 2 del PDF si può notare che l’Italia partecipa al Capitale con il 17,7917 di conseguenza nessuna maggioranza è possibile qualora l’Italia sia contraria.

Non sono in grado di entrare nelle specificità politiche e finanziarie delle questioni trattate anzi ascoltando tante opinioni sono addirittura più confuso.

Temo che stiamo subendo tanta, troppa, propaganda.

Del resto, e di questo sono certo, il polverone sollevato è veramente inconsistente: il Governo Italiano può anche sottoscrivere un trattato, ma nessun Trattato può entrare in vigore senza la ratifica del Parlamento Italiano.

Personalmente mi sentirei assai più tutelato da un meccanismo finanziario europeo che essere in balia dei mercati finanziari mondiali.

Sono poi i miei rappresentanti in Parlamento, tutti, senza bandiere, anche questo lo sottolineo, che devono dimostrare di essere in grado di tutelare il benessere degli italiani assieme ai quello di tutti i popoli dell’Unione,

Un Saluto

Es.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito