Enzo Salvà Enzo Salvà (---.---.---.64) 13 agosto 10:49

Sulla Lega ha perfettamente ragione, 

Se la memoria non mi inganna l’Ulivo è stata l’alleanza che ha trascinato i DS lontano dalla Socialdemocrazia che rimaneva. In fondo Berlusconi e Prodi hanno fatto politiche molto simili, con stile diverso, con Prodi che chiudeva i buchi prodotti da Berlusconi. (ho ben presenti le enormi difficoltà di quel tempo)

poi venne il PD, fatto di ex PCI-PdS-Ds ed ex DC-Popolari, due ideali politici diversi che pretendono di copiare e superare la Grosse Koalition tedesca che è una provvisoria alleanza di Governo. Perché venga considerato di Centro Sinistra è comprensibile ma impreciso. Socialdemocratico è un mistero.

Se la Carta dei Valori del PD fa fede, chi sono lo dicono loro stessi.

Poi venne Grillo, con i 5S “post-ideologici” termine che ha il sapore di “qualunquista”, e lo dimostra l’alleanza con la Lega.

Creare una forte alleanza fra piddini e grullini mi sembra aleatorio e controproducente. Se poi consideriamo che ora la vuole Renzi, penso più al suicidio che alla futura socialdemocrazia. Mi sembra corretto quanto ha affermato Calenda: Renzi ha i parlamentari, ma la base, il renzismo, lo ha abbandonato da tempo.

Io credo di capire quello che viene detto però poi mi fido di quello che viene fatto, anche di quello che si tenta onestamente di fare: ciò che resta è amaro in bocca.

Una cosa sono i gruppi dirigenti con le loro tattiche e tatticismi, altro è la base, altro ancora gli elettori. Se ci sono ex Pd che hanno capito il vuoto grillino possono ovviamente tornare alle origini, non credo sia vietato, ad altri piacciono le bandierine, la demagogia, o danno sfogo all’intolleranza. In Italia l’offerta è ampia, è la qualità che lascia a desiderare.

Forse molti riflettono ed anziché affannarsi in politica partitica, cominciano a tirare le somme e verificare quanto successo nei caotici mesi passati ed è questo, mi sembra, il giusto atteggiamento per affrontare il futuro. Sarebbe più corretto analizzare ed approfondire il recente passato che trovare immediatamente soluzioni posticce.

Il PD ha responsabilità politica certamente, ma non in questo caso. Perché un elettore PD dovrebbe essere contento di una alleanza politica con chi ha votato i Decreti Sicurezza, ad esempio? Perché fior di ambientalisti che hanno votato PD presumendo un voto utile, dovrebbero starci?

Personalmente penso a quella “quinta” stella ambientalista dei 5S e mi fa incavolare il solo pensiero che ci siano stati dei verdi che hanno potuto credere alle fregnacce propinate da Grillo & Co., ed ancora di più mi sembra incredibile che un alto ufficiale della Forestale, poi dei Carabinieri, dunque una persona preparata e che aveva dimostrato capacità, abbia accettato di fare il Ministro dell’Ambiente e sia finito con l’essere la foglia di fico in quota di un partito che dell’Ambiente, della sua importanza a tutti i livelli, ha dimostrato di fregarsene altamente.

Un Saluto

Es.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito