(---.---.---.1) 18 gennaio 2014 13:38

Eccomi....e ciao Gottardo...


oggi tanta "carne al fuoco"...e spero di non perdermi un pezzo. Uso uno smartphone (nemmeno tanto sofisticato) e quindi fatico un pochino a seguire e rispondere. Il PC e il Tablet li ho solo PAGATI ma non ne ho l’USO...mannaggia. smiley

Ma veniamo alla nostra chiacchierata.

Ribadisco il principio, basilare per ogni Democrazia, della "PROTESTA".
Il paragone del diabete non è calzante...perchè la Protesta non è una malattia della Democrazia, bensì lo sarebbe non averla. Senza la PROTESTA non avremmo avuto PROGRESSO. I Diritti Umani, le tutele sindacali, i contratti di lavoro, etc...tutte derivate dalla PROTESTA.
Leva la Protesta e fermerai il Progresso e metterai in "minoranza" la Democrazia, la Libertà e il Buon Senso.
Pensa ad una votazione in DD sulla costruzione di qualcosa che, sia pur necessaria per il bene di tutti, fosse comunque contestata per varie ragioni (sia capziose che fondate ed importanti) dalla popolazione residente. Non ci sarebbe via di scampo. Si farebbe e ciccia.
E se poi si dovesse sceglierne il posto?...si rischierebbe di costruirla, senza possibilità di protesta nel luogo con meno forza votante...tutto in Molise o in Val D’Aosta...per dire.
La DD uccide la Protesta e il CONFRONTO..
Certo la DR dovrebbe assumersi maggior responsabilità politica delle scelte da prendersi ed avere maggior coraggio, ma questo è un altro discorso.

L’autobus sarebbe guidato da chi?..da 1 conducente patentato e delegato oppure da tutti o la maggiorparte dei passeggeri? Pensiamo solo ai tempi di reazione e si andrà sempre con il lancio della monetina...
Nei 16000 che hanno votato per il NO ci sono vagonate di ingegneri, avvocati etc,....ma anche nei 9000 che hanno votato SI o vogliamo dire che erano solo persone "poco acculturate"?..
Sono stati proprio gli Economisti laureati a distruggere l’Economia...sono gli Ingegneri laureati a costruire infrastrutture su terreni non consoni con il beneplacito di Geologi laureati e il tutto protetto da Avvocati laureati...etc etc.

La DD senza Quorum è una assurdità, per il mio punto di vista. La Logica della Maggioranza relativa senza un Quorum è dare de facto le chiavi della Democrazia alle lobbies e alla criminalità ORGANIZZATA (loro sì, organizzati in D(?)R e quindi più forti).

Voto indicativo e non per tutto...è una concessione che posso darti in tutta coscienza...
Non è possibile che sia VINCOLANTE, sarebbe, ripeto, muro contro muro e poi, il risultante compromesso parlamentare, dovrebbe essere necessariamente messo di nuovo ai Voti perchè non "congruo" con il Voto iniziale dato ad ogni singolo partito e quindi non espressione precisa di quella volontà....e altro giro altra corsa.

Il Popolo, con tutto rispetto anche perchè ne faccio parte, pensa come gli dicono di votare e se pur singolarmente qualcuno cerca di mantenersi informato (io ci provo ma dovrei passare la mia Vita a studiare TUTTO...) sarà sempre soverchiato da una maggioranza SEMIGNORANTE ENCICLOPEDICA (che SA POCO di TUTTO) nelle migliori delle ipotesi..ma non ci scommetterei...i più nemmeno saprebbero definire la Materia se intervistati.
Il Popolo ragiona come se stesse al Bar dello Sport....semplificando al massimo senza fare troppa "filosofia" ma "de panza"....ahinoi.
Sugli F35, ad esempio, messa solo sul piano della convenienza economica...soprattutto in un momento di crisi come questa che viviamo, chi non sarebbe d’accordo sul non acquistarli? Io pure sarei fra i primi a dirlo. ma la questione, secondo me, è da vedere in altri termini.
Dobbiamo farci, prima, una domanda: Che tipo di Paese vogliamo essere? Un Paese che, forte della sua Democrazia, progresso economico, sociale, etc sia Solidale con gli Altri Paesi dove, a causa di Dittature o Regimi anti democratici limitano o negano i più elementari diritti umani o anche solo uno sviluppo economico differente? Vogliamo essere un Paese SOLIDALE ATTIVO..cioè essere anche noi i protagonisti di questa Solidarietà (l’Italia, ricordo, partecipa a Missioni Umanitarie sotto egida ONU e non per libera iniziativa, ndr) oppure scegliere di essere un Paese Solidale Passivo dove mandare aiuti e partecipare da fuori, senza coinvolgimento diretto e spedendo tutto tramite quegli Altri Paesi che hanno fatto la scelta opposta?
Se vogliamo essere un Paese Solidale Attivo...gli F35 servono...se vogliamo essere un Paese Solidare Passivo, gli F35 non servono..
Basta solo dire cosa si vuole essere, senza giri di parole, senza sofismi sulle Missioni Umanitarie di Pace che sono invece di Guerra...etc etc...
Ma c’è chi in quei Paesi ci va per il Petrolio o altri interessi, diresti tu...e dicono in tanti, no? A parte che il Petrolio è una OTTIMA ragione per fare un intervento (anche , ahinoi, una GUERRA)...e ce ne accorgiamo appena stiamo senza benzina alle pompe e non possiamo andare a fare la gitarella fuori porta o troviamo pochi alimenti sugli scaffali del Supermercato e ci salta la cenetta con gli amici..etc etc....ma non è quello che l’Italia FA.
Le Forze Armate italiane portano avanti progetti di ricostruzione, aiuti umanitari, favoriscono la scolarizzazione femminile, il rilancio della economia...etc...ci sono altri Paesi che fanno malaffare, beh...denunciamolo ma questo non significa che sia sbagliato esserci.
Se c’è un incendio in una casa e noi diamo una mano a spegnerlo...poco m’importa se, mentre anche un malvivente mi aiuta a farlo o agisce perchè io possa farlo...lui, intanto, si fa un pochetto di fatti suoi. Alle vittime dell’incendio poco gliene frega, nel frattempo, no? smiley

Si avvicina l’ora di pranzo....devo stringere, mannaggia...

La votazione sul Reato di Clandestinità è stato sbagliato dall’inizio, dici..certo..concordo...ma la votazione dei cittadini M5S, ammetterai..non era così scontata...è stato un lancio di monetina a decidere...brrrrr....

Dai...buon pranzo e a presto....

Tersite

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito