(---.---.---.190) 13 dicembre 2011 19:56

Per i sistemi di isolamento termico non vedo grossi problemi, se si riescono a produrre contenitori per il metano liquido che conservano il gas nello stato liquido senza necessità di sistemi di refrigerazione, figuriamoci mantenere una temperatura che potrebbe essere stabilizzata con un banale resistore elettrico.
Anche il peso non incide di molto, se si organizza una doppia camera a vuoto d’aria l’isolamento termico è pressoché perfetto ed il peso è solo quello dei contenitori stagni.

Per il resto purtroppo non ho molte notizie in materia oltre quelle già scritte nell’articolo. Ho però sentito parlare di brillanti soluzioni sperimentate presso alcuni centri di ricerca europei e giapponesi che parlano di sale liquido, una tecnologia che si presterebbe per applicazioni portatili, da qui deduco (ma sono mie deduzioni) che con queste tdiverse ecnologie non servirebbero temperature di esercizio tanto estreme. Saluti.


Lasciare un commento