sabato 25 maggio - mario rossi

Vacanza in Sardegna: i migliori consigli per un soggiorno da sogno

La Sardegna è una delle mete più gettonate in assoluto per le vacanze al mare ed i motivi sono piuttosto ovvi: quest’isola è semplicemente straordinaria e chi ha la fortuna di andarci non può non innamorarsene! Costellata di calette e baie paradisiache, la Sardegna è il luogo ideale per tutti coloro che vogliono concedersi una vacanza rilassante e per chi ama il mare. Qui l’acqua è cristallina, ha colori incredibili e si respira un’atmosfera perfetta in ogni momento. Ristorantini tipici, locali caratteristici, una natura incontaminata: quest’isola è proprio meravigliosa eppure sono molti coloro che rinunciano ad una vacanza da queste parti. La Sardegna infatti è purtroppo una meta piuttosto cara: le tariffe degli hotel sono spesso alte, specialmente durante l’alta stagione. Questo però non significa che non esista il modo per risparmiare e riuscire a godere di tutte le bellezze dell’isola senza essere costretti a spendere una fortuna.

Oggi vi diamo alcuni consigli per organizzare al meglio la vostra vacanza in Sardegna: come arrivare, qual è il periodo migliore per partire e dove cercare l’alloggio per evitare brutte sorprese.

Come arrivare in Sardegna: meglio l’aereo o il traghetto?

Per arrivare in Sardegna non abbiamo molte alternative: trattandosi di un’isola possiamo scegliere tra due soluzioni ossia l’aereo o il traghetto. Prima di decidere l’opzione migliore ci conviene però fare alcune considerazioni. Durante una vacanza sull’isola, avere la propria auto a disposizione può fare un’enorme differenza: le spiagge e le località caratteristiche sono moltissime ma spesso sono distanti tra di loro. Se non abbiamo la possibilità di spostarci in autonomia rischiamo di perderci dei posti davvero straordinari e non ne vale proprio la pena. Avere quindi l’auto è fondamentale, ma dobbiamo considerare anche il fatto che noleggiarne una in loco potrebbe rivelarsi davvero molto costoso. Per questo la maggior parte dei turisti preferisce arrivare in Sardegna via mare. Una delle tratte più gettonate per coloro che provengono dal nord o dal centro Italia è quella del traghetto Livorno Olbia, gestita dalle compagnie Moby Lines e Grimaldi. Si trovano spesso moltissime offerte anche nel periodo di alta stagione ed i vantaggi di arrivare via mare sono diversi. Possiamo portare l’auto con noi imbarcandola sul traghetto e di certo risparmiamo parecchi soldi.

Arrivare in aereo invece può rivelarsi molto costoso e poco vantaggioso: non a caso sono pochi i turisti che optano per questa soluzione.

Quando andare in Sardegna: il periodo migliore per una vacanza al mare

Chiedersi quale sia il periodo migliore per una vacanza in Sardegna non è affatto stupido, anzi. Certo, sappiamo tutti che per trovare belle giornate di sole bisogna partire in estate ma se scegliamo il mese sbagliato potremmo non riuscire a goderci appieno il fascino dell’isola. Senza contare il fatto che andare in Sardegna in agosto piuttosto che in settembre può fare una grandissima differenza anche per quanto riguarda il budget. Se ne avete la possibilità, vi conviene evitare i mesi di alta stagione ossia luglio ed agosto: questi sono i periodi più gettonati in assoluto, le tariffe sono alle stelle e le spiagge affollatissime.

I mesi migliori per una vacanza al mare in Sardegna sono giugno e settembre: la temperatura è ottimale e non si rischia di morire di caldo, i costi di traghetti e hotel sono più abbordabili e in spiaggia si trova molta meno gente. In poche parole possiamo goderci appieno il fascino dell’isola, spendendo anche di meno.

Dove andare: le località più belle della Sardegna

La Sardegna è tutta bellissima: da nord a sud possiamo trovare località strepitose e spiagge da sogno. Tuttavia, le località più gettonate e paradisiache sono quelle che si trovano nella parte settentrionale dell’isola: dalla Costa Smeralda a Stintino. Qui si può trovare tutto quello che serve per una vacanza davvero perfetta: calette meravigliose, ristorantini di ogni tipo, strutture adatte a qualsiasi budget, negozi, pub e movida notturna. La parte meridionale dell’isola invece è più selvaggia, ma non per questo meno bella. Tutto dipende dal tipo di vacanza che si vuole fare e da quanto si è disposti a spendere. Un soggiorno in Costa Smeralda è sicuramente più costoso rispetto ad altre località. Stintino invece è un ottimo compromesso perché è vicino alla famosissima spiaggia della Pelosa e ha costi più ridotti rispetto a Porto Cervo o Porto Rotondo. La costa occidentale non è particolarmente gettonata perché per la maggior parte è interessata da scogliere che scendono a picco sul mare. Qui si trovano meno spiagge, anche se la natura incontaminata è davvero meravigliosa e vale la pena quindi almeno farci un giro.

Va poi precisato che in Sardegna le possibilità di scelta non mancano nemmeno per quanto riguarda le strutture. Ci sono numerosi hotel di lusso in grado di offrire il massimo in fatto di comfort e servizi ma anche tantissimi appartamenti e villette in affitto, che permettono di spendere un po’ meno.




Lasciare un commento