venerdì 8 gennaio - francesco latteri

“Umiltà e fedeltà ai miei Maestri”: Francesco Latteri Scholten nuovo Presidente Nazionale Onorario dei Liberal Socialisti Italiani.

Umiltà e fedeltà ai miei Maestri penso siano le uniche qualità all'insegna delle quali io possa poter accedere e svolgere questo ruolo. Per i miei Maestri politici il pensiero và anzitutto a Padre Bartolomeo Sorge S.J., recentemente scomparso...

Un grazie di cuore a quanti hanno voluto eleggermi a questo prestigioso incarico, sono commosso. Umiltà e fedeltà ai miei Maestri penso siano le uniche qualità all'insegna delle quali io possa poter accedere e svolgere questo ruolo. Per i miei Maestri politici il pensiero và anzitutto a Padre Bartolomeo Sorge S.J., recentemente scomparso, ed a Padre Francesco Cultrera S.J. Entrambi della Scuola di Formazione Politica Pedro Arrupe di PA. “La civiltà dell'amore” - scritta da Padre Sorge proprio negli anni in cui era mio Docente di Dottrina Sociale della Chiesa è un vademecum assai utile a quanti approcciano con concezione sociale e liberale l'attività e la promozione politica. Ma, per i Maestri, il pensiero va anche a quanti, seppur esterni hanno partecipato attivamente alle attività formative gratificando l'Istituto della loro Presenza, tra questi senz'altro l'allora Procuratore Capo Giancarlo Caselli. 

Ma da allora l'indirizzo gesuitico ha proceduto nel suo cammino giungendo sino alla nomina di un Pontefice appartenente all'Ordine, la cui linea economica, indicata dal noto economista francese Gael Giraud (Gesuita anch'egli) presenta molteplici vicinanze con le tesi di un noto economista siciliano socialista, il Prof Maurizio Ballistreri, Giuslavorista e protagonista della docenza in Economia in Sicilia. Il mio ricordo va anche a Roma, non tanto per la politica quanto per la attività svolta con gli ultimi ed i più deboli: i Down, i Rom, la gioventù abbandonata. Sono loro a ricordare che un indirizzo politico che prescinda dai più deboli non sarà mai autenticamente umano e dunque né liberale né sociale. Platone un pensatore caro ai Maestri di Palermo segnava perciò la centralità per l'agire politico vero della Giustizia. Per questo ho scelto due immagini per questo post: una, necessariamente mia accanto al monumento in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e l'altra di Padre Bartolomeo Sorge.

Infine una coscienza imprescindibile: se sono qui oggi ed ora è perché, a suo tempo, qualcuno ha nascosto mia mamma che i nazifascisti avevano dichiarato "vita indegna di essere vissuta". Ecco dove porta una politica priva di Giustizia.

francesco latteri scholten

 

Per le connotazioni del nuovo incarico allego un mio breve curriculum

Sono nato in Germania, classe '62, da papà italiano e mamma tedesca. Trascorro la fanciullezza in Basilicata e l'adolescenza nella Calabria del Nord (Castrovillari) dove frequento il Liceo Classico. La mia prima vera esperienza in politica è a Roma negli anni turbolenti degli sconvolgimenti della fine anni '80 ed inizi '90: dirigo la segreteria di RM di un poco conosciuto ma assai influente politico pugliese, Don Vincenzino Russo, che all'epoca ha al suo attivo ben XI delle XII legislature della Repubblica. Dopo il ritiro a vita privata di Don Vincenzino torno in Sicilia e, a seguito della lettura di un articolo del “Die Zeit” dell'ex Cancelliere Helmut Schmidt, contatto la scuola di Formazione Politica di Padre Sorge a PA, distaccamento della Pontificia Università Gregoriana di RM, cui sono ammesso e dove, oltre la frequenza assidua alle lezioni, partecipo alle attività socioculturali e politiche e conseguo il Master (ho l'onore di avere per Relatori lo stesso Padre Sorge, Francesco Teresi capo di Gabinetto di Diritto Pubblico UniPA, Renato Scalia docente di economia UniPa e primo consigliere economico della Direzione Gen. Del Banco di Sicilia). Su consiglio del mio Padre Spirituale di RM, Don Elio Sgreccia – successivamente a capo della ProVita – mi trasferisco a RM per intraprendere gli Studi di Filosofia alla Pontificia Università Lateranense facendo al contempo volontariato con i ragazzi Down, la gioventù abbandonata ed i Rom della Capitale. Conseguo la Laurea quadriennale in Filosofia alla Pontificia Università Lateranense con una tesi su Sartre (Relatrice Angela Ales Bello, Aniceto Molinaro e Joseph Conrad). La mia attività di autore si tramuta in quella di Blogger negli anni 2009 e con il successo della pubblicazione degli elaborati per l'Università si afferma e prosegue sino ad oggi. Nel maggio u.s. Ho pubblicato il mio primo libro “Scritti Cattolici”. 



Lasciare un commento