venerdì 22 novembre - Pressenza - International Press Agency

USA, conflitto israelo-palestinese: in direzione contraria alla pace

di Tonio Dell’Olio, Mosaico di pace rubrica Mosaico dei giorni

La politica internazionale unilaterale che gli Usa di Trump stanno mettendo in atto è pericolosa. L’ultima trovata di riconoscere come legali gli insediamenti dei coloni israeliani nei Territori palestinesi occupati è una minaccia alla pace, la negazione del diritto internazionale, una mancanza di riconoscimento dell’autorità delle Nazioni Unite. 

 

Giacinto Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina, ha detto che si tratta di “Una pessima notizia per la pace. Una dichiarazione da condannare”.

Mons. Marcuzzo è una persona onesta e buona che da 60 anni abita in Palestina – Israele e continua a credere in una soluzione pacifica della crisi tra le due parti e in una convivenza possibile tra israeliani e palestinesi. Tutto il contrario di Mike Pompeo che invece ha dichiarato che “la dura verità è che non vi sarà mai una soluzione legale del conflitto e le argomentazioni su chi ha ragione e chi ha torto dal punto di vista delle leggi internazionali non porteranno mai la pace”.

Marcuzzo chiede la reazione della comunità internazionale ed è convinto che quella scelta “va in direzione opposta alla pace, ai diritti dei popoli e delle persone. Come è possibile annettersi terre che appartengono ai palestinesi senza il loro consenso? Chi sono gli Usa per deciderlo?”.

Fonte: Mosaico di pace: https://www.mosaicodipace.it/mosaico/a/47043.html

La recinzione intorno a uno degli insediamenti illegali creati da Israele in Cisgiordania occupata (Foto di Paolo Cuttitta via Flickr.com)




Lasciare un commento