martedì 18 aprile 2023 - Enrico Panozzo

Turismo: le panchine giganti

Voglia di vacanza e di turismo, ecco una curiosa e affascinante iniziativa chiamata “le panchine giganti”, nata con lo scopo di ispirare itineranti percorsi , per scoprire realtà turistiche meno conosciute, e per proporre al turista, un modo diverso di vedere il paesaggio.

Come nascono le BIG BENCH

Le Big Bench, panchine giganti, nascono in Piemonte per volontà del designer Chris Bangle, qui trasferitosi insieme alla famiglia. È lui a realizzare la prima panchina gigante a Clavesana ( Cuneo)nel 2010. 

Chi è Chris Bangle

La fama del designer statunitense Chris Bangle (1956) è associata al lungo periodo di progettazione di automobili (1981-2009), in cui ha realizzato molti modelli per Opel, Fiat e BMW, caratterizzati da innovazione e un costante processo di rivisitazione del linguaggio del design automobilistico moderno.

Il passaporto.

l progetto delle panchine giganti è legato anche al possesso di una sorta di passaporto delle Big Bench sul quale si può apporre il timbro per ogni panchina visitata. Un modo per visitare sempre più posti, “smuovere” l’economia delle piccole realtà e far crescere l’interesse su questo progetto.

Dove si può acquistarlo?

Si può acquistare in alcuni punti vendita nelle vicinanze di ogni panchina (Bar, cartolerie, edicole).

Quante panchine ci sono in Italia.

Ad oggi, sono ben 194 le Panchine Giganti che fanno parte del Big Bench Community Project. Ogni panchina è numerata, e la numerazione viene assegnata secondo l’ordine di costruzione.

E’ in Valle d’Aosta la Big Bench più alta al mondo: la mega panchina numero 168 è stata collocata sulla Punta Motta di Pleté, a 2.860 metri di quota.

Il colore ha un significato.

Ogni colore è legato al territorio che le ospita. Il giallo dei girasoli, il blu del cielo, il viola della lavanda, il rosso del vino, il marrone delle nocciole.

Bellissima ed affascinate iniziativa che continua a crescere sia in numero di panchine che di iscritti. La BIG BENCH COMMUNITY PROJECT è un’iniziativa no profit




Lasciare un commento