lunedì 13 maggio - Paride Ponterosso

Tennis| Internazionali Bnl d’Italia Wheelchair, Gustavo Fernandez si conferma campione

Si è conclusa con il successo di Gustavo Fernandez la decima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia Wheelchair. In finale l’argentino ha superato con un netto 7-5, 6-2 il francese Stephane Houdet conquistando per il secondo anno consecutivo il titolo nel torneo romano

Dall’8 al 10 maggio è andata in scena la decima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia Wheelchair. Una competizione che negli ultimi anni è cresciuta in maniera notevole acquistando uno spazio sempre più importante nel panorama mondiale tanto da attirare ogni anno i migliori giocatori al mondo di tennis in carrozzina. Nella prima settimana in cui si sono disputate le gare di pre-qualficazioni e qualificazioni per ottenere l’accesso al tabellone principale agli Internazionali Bnl d’Italia, gli appassionati di tennis hanno avuto l’opportunità di seguire ed ammirare anche i campioni di questa disciplina. Otto giocatori della categoria maschile si sono sfidati sul campo 6 del Foro Italico in un tabellone ad eliminazione diretta di cui faceva parte Gustavo Fernandez, numero due del ranking mondiale ITF (International Tennis Federation) di specialità e fresco vincitore degli Australian Open nonché “defending champion” a Roma.Ed è proprio l’argentino, favorito numero uno del torneo, a trionfare per il secondo anno consecutivo: in finale Fernandez ha battuto con un netto 7-5, 6-2 il francese Stephane Houdet.

Nel dare appuntamento al prossimo anno Gustavo Fernandez commenta così il successo romano: “Amo molto questo torneo che può e deve migliorare per dar modo a questo meraviglioso pubblico di apprezzare ancora di più il nostro tennis”.

Tennis in carrozzina: un pò di storia

Il tennis in carrozzina nasce nel 1976 negli Stati Uniti grazie alla passione e all’impegno dell’americano Brad Parks. Nato come attività̀ ricreativa, il tennis in carrozzina si è poi sviluppato rapidamente in sport vero e proprio: un successo crescente sino a diventare uno degli sport in carrozzina più diffusi. 

Successivamente data la notevole diffusione viene fondata la International Wheelchair Tennis Federation, l’ente organizzativo per il tennis in sedia a rotelle a livello internazionale.

In Italia, tuttavia, il wheelchair tennis si è sviluppato a partire dal 1989 e si diffuse con grande rapidità nel nostro Paese. Ad oggi conta almeno 150 giocatori, di cui più di un quarto frequenta assiduamente il circuito internazionale con buoni risultati.

Per quanto riguarda, invece, le regole, l'unica differenza con il tennis dei normodotati è la possibilità di colpire la palla anche al secondo rimbalzo, mentre per tutto il resto non esistono differenze di sorta.




Lasciare un commento