giovedì 3 settembre - Anna Maria Iozzi

TIMVISION FLOATING THEATRE - Tanti gli ospiti e gli eventi nella seconda settimana di programmazione

È stata una settimana di grande successo per il TIMVISION FLOATING THEATRE che ha aperto una settimana fa per la prima volta a Roma le sue sdraio sull’acqua. Magnifiche serate al chiaro di luna e al fresco per i moltissimi romani venuti a incontrare grandi ospiti internazionali come Oliver Stone e Matt Dillon, potendo apprezzare la qualità della visione sul grande schermo cinematografico e l’audio delle cuffie wireless illuminate per le serate sulla prima “zattera” al Laghetto dell’Eur.

Il programma di questa settimana, già quasi tutto sold out, è ancora ricco di eventi, di ospiti e di grandissimo cinema nazionale e internazionale con i primi due film restaurati che vengono proposti all’arena e che sono da rivedere insieme o da vedere per la prima volta: giovedì 3 settembre 21.00 PALOMBELLA ROSSA (1989) di Nanni Moretti, e mercoledì 9 settembre 21.00 I GOONIES (1985) di Richard Danner, che ha intrattenuto intere generazioni di ragazzi.

Venerdì 4 agosto, il nuovo cinema italiano premiato e di qualità con il film BUIO di Emanuela Rossi, che sarà presente insieme al suo cast per raccontare i dietro le quinte e introdurre il film.

Anche altri bellissimi film in programmazione: martedì 1 settembre, ore 21.00, la commedia “filosofica” “Alice e il sindaco” di Nicolas Pariser e mercoledì 2 settembre, ore 21.00 ‘L’immortale’ di Marco D’Amore, che ha riportato sul grande schermo il personaggio di Ciro Di Marzio amatissimo dal pubblico della serie tv Gomorra, film con il quale D’Amore ha anche esordito alla regia, aggiudicandosi il Nastro D’Argento come miglior regista esordiente 2020.

Sabato 5 settembre, ore 21.00, sarà la volta di “Green Book” di Peter Farrelly e, alle ore 23:00, ‘Hereditary – Le radici del male’ di Ari Aster.

Presentato nella sezione Panorama Italia di Alice nella città, sezione parallela e autonoma della Festa del Cinema di RomaBuio è frutto della sceneggiatura della stessa Emanuela Rossi e di Claudio Corbucci (che il grande cinema di genere ce l’ha nel sangue) e ha per protagoniste Denise TantucciGaia BocciOlimpia Tosatto ed Elettra Mallaby, affiancate dall’esperto Valerio Binasco.

Come dichiarato dalla stessa regista, Buio è una favola femminista. Il racconto è incentrato sulle sorelle Stella, Luce e Aria, costrette a una vita da segregate in casa dal severo e soffocante padre, rimasto l’unico loro tutore dopo la scomparsa della madre. La necessità dell’isolamento dal mondo esterno nasce da un’apocalisse climatica e ambientale, scaturita dall’aumento della potenza dei raggi solari, diventati letali per il genere umano. Il sostentamento alla famiglia è garantito dal padre che, giornalmente, munito di protezioni e maschera antigas, si avventura alla ricerca di cibo, attraversando degli spettrali paesaggi piemontesi, che ricordano quelli tristemente noti di Chernobyl. Stella, Luce e Aria trascorrono le giornate fuori dal tempo, con il solo conforto della compagnia reciproca e di vecchi videotape di fitness. La curiosità e gli eventi portano però Stella, la sorella maggiore, a esplorare il pericoloso mondo esterno.

Ricollegandoci alle nostre premesse, se cercavate del coraggio e del femminismo nel cinema italiano, l’avete trovato con Buio, folgorante opera d’esordio che omaggia la nostra autorevole tradizione nel genere, facendoci al contempo riflettere sul mondo da cui stiamo faticosamente tentando di uscire e su quello che, invece, con un po’ di impegno, possiamo riuscire ad abbracciare. Con l’auspicio di una valida distribuzione in sala, vi consigliamo di non farvi sfuggire questo piccolo gioiellino e di tenere d’occhio la regista Emanuela Rossi, che ci ha dimostrato coi fatti di essere pronta per una grande produzione nostrana. 

 

PROGRAMMA COMPLETO su www.floatingtheatre.it www.alicenellacitta.com

PAGINA FB https://www.facebook.com/Floatingtheatreroma‐104062498084744/ https://www.facebook.com/alicenellacittafestival/

INSTAGRAM: Floatingtheatreroma instagram: alicenellacitta

 




Lasciare un commento