martedì 15 settembre - Anna Maria Iozzi

TIMVISION FLOATING THEATRE - IN PROGRAMMA, L’ANTEPRIMA DEL FILM SU PAOLO CONTE, OZPETEK, GARRONE, PAUL HAGGIS E DANTE FERRETTI.

Altri straordinari ospiti ed eventi per la quarta settimana di programmazione del TIMVISION FLOATING THEATRE, prima esperienza di arena galleggiante ecocompatibile della città di Roma ideata e organizzata da Alice nella Città, in collaborazione con EUR SPA, grazie alla partnership con TIMVISION, che prolunga la sua apertura per altri tre giorni fino al 27 settembre.

In occasione dei cento anni dalla nascita, e alla vigilia dell’apertura della mostra nella sua leggendaria casa romana, il TIMVISION FLOATING THEATRE dedica la serata di lunedì 14 settembre alle 21.00 ad Alberto Sordi, con la partecipazione di Paola Comin, suo storico ufficio stampa e con la proiezione de “Il vedovo” film del 1959 diretto da Dino Risi.

Martedì 15 settembre alle 21.00, sarà Ferzan Ozpetek l’ospite d’onore della serata realizzata con la collaborazione della Casa del Cinema, per l’introduzione del suo ultimo film “La dea fortuna” (2019).

“Per tutta l’estate – dice il direttore Giorgio Gosetti - il cinema di quest’autore inimitabile ha caratterizzato le nostre serate sotto le stelle a Villa Borghese. La collaborazione con il Floating Theatre (che ci ha visto uniti nel progetto complessivo, nell’omaggio a Franca Valeri e Alberto Sordi, nella collaborazione con gli esercenti cinematografici) ci permette, adesso, di completare il viaggio e Casa del Cinema è orgogliosa di salutare in questo modo Ferzan Ozpetek, appena premiato a Venezia dalla SIAE per la sua ‘eccellenza creativa’.

Mercoledì 16 settembre alle ore 21.00, un’altra serata organizzata con la presenza e la collaborazione di Piera Detassis Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano - Premio David di Donatello per l’introduzione del film “Il campione” (2019), prodotto da Matteo Rovere e Sydney Sibilia per la loro società Groenlandia. “Intelligenza e sensibilità entrano in campo nell’esordio di Leonardo D’Agostini. Bravi il giocatore Andrea Carpenzano e il professore Stefano Accorsi”. Cinematografo

Il secondo appuntamento con il Presidente Detassis è per venerdì 18 settembre alle ore 21.00, con la presentazione del film “Sole” di Carlo Sironi che “firma un esordio potente e gelido. Tra una maternità surrogata e una storia d’amore, Sole è un film di formazione che vanta anche due giovani attori (Claudio Segaluscio e Sandra Drzymalska) dal grande potenziale”. Anonima cinefili

Mentre giovedì 17 settembre alle ore 21.00, Elisa Fuksas, regista di “Nina” (2013), sarà l’ospite della serata organizzata con Fondazione Cinema per Roma dedicata al legame tra il cinema e l’Eur introdotta dalla Presidente Laura Delli Colli, nonché Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografi Italiani, e con a seguire, le proiezioni di “Io, Fellini e l’Eur” di Luciano Emmer e “Boccaccio ‘70” , il film del 1962 in quattro episodi diretti da Federico Fellini, Luchino Visconti, Mario Monicelli e Vittorio De Sica.

Sabato 19 settembre alle ore 21.00, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, sarà lo stesso regista Giuseppe Pedersoli a introdurre il documentario “La verità su La Dolce Vita”. Attraverso un montaggio avvincente di interviste e letture – e scene ricostruite – si ricreano le atmosfere, i contrasti e le passioni che formarono la sostanza fondante di uno tra i più controversi prodotti della cinematografia italiana, universalmente riconosciuto come un capolavoro.

A sessant’anni dalla sua produzione, e nel centenario di Fellini, “La verità su La dolce vita” racconta per la prima volta, grazie a documenti inediti, la nascita e le irripetibili vicissitudini di uno dei capolavori più iconici della storia del cinema.

Domenica 20 settembre alle ore 21.00, la serata sarà dedicata a un altro grande film restaurato, “Gomorra”, che si aggiudicò il Gran Premio della Giuria a Cannes e diretto da Matteo Garrone, che verrà a introdurre il film capolavoro ispirato all’omonimo romanzo best seller di Roberto Saviano. Il film, prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci, intreccia quattro vicende che raccontano la presa della camorra sulla vita delle persone: quella del sarto Pasquale, quelle dei piccoli criminali Marco e Ciro e degli imprenditori Franco e Roberto, e quella del piccolo Totò, vittima di uno spietato sistema.

Gran finale al TIMVISION FLOATING THEATRE con l’anteprima venerdì 25 settembre alle 20.30 dell’applaudito film-documentario “PAOLO CONTE, VIA CON ME” di Giorgio Verdelli appena presentato come evento alla 77. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia dedicato all’enigmatico, ironico e aristocratico cantautore astigiano. Musica, interviste esclusive, materiali inediti: un racconto ironico e appassionante con gli interventi di Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, Giorgio Conte, Pupi Avati, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Renzo Arbore, Paolo Jannacci, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Cristiano Godano, Giovanni Veronesi, Lorenzo Jovanotti, Jane Birkin, Patrice Leconte, Peppe Servillo e la voce narrante di Luca Zingaretti. Il regista e grandissimo esperto di musica Giorgio Verdelli sarà presente per introdurre questo suo nuovo lavoro.

Paul Haggis sarà ospite d’onore sabato 26 settembre alle ore 20.30 per l’ultimo fine settimana di programmazione dell’arena galleggiante. Il grande regista, sceneggiatore, produttore cinematografico canadese dialogherà con il pubblico prima della proiezione del suo capolavoro “Crash – contatto fisico”, vincitore dell’Oscar come miglior film e per la miglior sceneggiatura originale e anche il David di Donatello per il miglior film straniero.

Il film racconta varie storie intrecciate: quella di un procuratore distrettuale e sua moglie, quella di un persiano proprietario di un negozio aperto 24 ore su 24, quella di un detective della polizia nero e quella del regista nero di un canale televisivo e sua moglie. Tutto questo accade due giorni prima di un triste evento svelato sia all'inizio che alla fine del film, creando un susseguirsi di vicende che si "scontrano" tra loro.

Domenica 27 settembre alle ore 20.30, per chiudere l’arena e celebrare il cinema mondiale, è previsto un evento speciale con la presenza di Dante Ferretti, vincitore di ben tre Premi Oscar. Uno dei più grandi scenografi del cinema italiano e internazionale, Ferretti racconterà aneddoti e commenterà sequenze di film passando da Cinecittà a Hollywood.

Il grande Maestro ha esordito con Pier Paolo Pasolini e collaborato con lui fino alla sua scomparsa. Ha creato scenografie per Elio Petri, Luigi Comencini e Marco Ferreri, per poi iniziare a lavorare con Federico Fellini sul set del quale incontra Martin Scorzese.

Dagli anni ’80, inizia a lavorare all’estero e, negli anni ’90, il legame che ha con Scorzese gli consente di liberare del tutto il suo genio, la sua fantasia e creatività, dando vita a scenografie indimenticabili insieme a sua moglie, l’arredatrice di set Francesca Lo Schiavo.

Oltre agli Oscar, si aggiudica innumerevoli riconoscimenti, tra cui quattro Bafta Awards, cinque David di Donatello e tredici Nastri d’Argento nell’arco di una lunga e prestigiosa carriera internazionale.




Lasciare un commento