mercoledì 9 giugno - Marinella Zetti

Stone Fruit

Una storia al femminile in corso di pubblicazione in quattro lingue e in diversi Paesi: a 27 anni Lee Lai si sta imponendo come una delle voci più interessanti, delicate e poetiche della nuova narrazione a fumetti. 

Scrive Jonathan Bazzi nella prefazione di Stone Fruit: “Una storia di intimità e vuoti del cuore che riesce a tenere insieme un gran numero di questioni attuali e universali, dall’appartenenza di genere alla salute mentale, passando per l’ingombro del pensiero religioso e le nuove forme di genitorialità… Un’opera tutta al femminile che sceglie di inquadrare le identità queer da una prospettiva inusuale, fissando lo sguardo sulla coppia ma anche su ciò che la circonda, la nutre, la radica nel mondo”.

Ed è proprio una delicata opera al femminile il fumetto di Lee Lai. Due giovani donne. Una storia d’amore che sta entrando in crisi. La relazione tra Ray e Bron deve fare i conti con tutto quello che sta loro intorno: la gioia delle giornate trascorse con la nipotina di Ray, le ferite e i nodi irrisolti dei rapporti con le famiglie d’origine, i condizionamenti sociali…
Un’ode all’amore e ai rapporti di sorellanza. Una riflessione su vecchi e nuovi modelli di famiglia. Una storia che svela quanto siamo vulnerabili nelle relazioni, e quanto sia importante essere accettati per quel che si è. Stone Fruit è un racconto vasto, commovente e sofisticato sulle tante forme che l’amore può assumere. Una struggente riflessione sui legami familiari, dove tutto ciò che viene taciuto si trasforma in ferite e poi in cicatrici, che disegnano quello che veramente siamo.

Era da un po’ di tempo che non leggevo una graphic novel così emozionante e coinvolgente, ho iniziato e ho smesso quando sono arrivata alla fine. Ho apprezzato tutto, in particolare mi piace il tratto semplice ma preciso dell’autrice.
E non sono la sola, infatti, è in corso di pubblicazione in quattro lingue e in diversi Paesi: a 27 anni Lee Lai si sta imponendo come una delle voci più interessanti, delicate e poetiche della nuova narrazione a fumetti.
Scrivono di lei: “Le relazioni di Stone Fruit sono complesse, in evoluzione, imperscrutabili: come veri e propri personaggi. Lee Lai è una delle nuove stelle del fumetto”. Jillian Tamaki

“L’esordio di Lee Lai è un capolavoro introspettivo squisitamente illustrato, una storia commovente che esplora il conflitto tra il desiderio di fare parte di una famiglia e quello di fare emergere la propria individualità”. O, The Oprah Magazine

“Lee Lai disegna cosa vuol dire davvero innamorarsi”. Vice

“Amo il lavoro di Lee Lai, il modo in cui usa il colore e i dialoghi che danno vita a momenti spontanei, strazianti e umani”. Craig Thompson

 

Il libro
Stone Fruit
di Lee Lai
Traduzione di Alice Amico
Fumetti Coconino Press-Fandango
Numero pagine: 240, a colori, formato 19,5 x 24 cm
Prezzo: 22 euro
Disponibile in versione cartacea nelle librerie e negli store online

 

 

Chi è Lee Lai
È nata nel 1993 a Naarm (Melbourne), in Australia. Attualmente vive a Tio’tia: ke (Montreal) in Canada, con i suoi coinquilini e due dolcissimi gatti. I suoi racconti a fumetti sono apparsi su The New Yorker, The Lifted Brow, Room Magazine e Everyday Feminism. Stone Fruit è il suo debutto nel graphic novel, in via di pubblicazione in quattro diverse lingue nel mondo.

 




Lasciare un commento