martedì 22 settembre - UAAR - A ragion veduta

Speranza chiama mons. Paglia alla guida della Commissione assistenza anziani: la laicità va a farsi benedire

«Non è trascorso neanche un giorno dal 150° anniversario del XX Settembre, ed ecco che il ministro della Salute affida la guida della commissione per l’assistenza sanitaria degli anziani a un arcivescovo. Anziché a una sanità pubblica e laica, Speranza sembra guardare a una sanità privata e religiosa: non c’è che dire, è l’ennesima conferma che la laicità in questo paese è andata a farsi benedire».

Il segretario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar), Roberto Grendene, commenta così la notizia che il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha chiamato mons. Vincenzo Paglia (presidente della Pontificia accademia per la vita) a guidare la commissione appena istituita per progettare la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria per la popolazione anziana del nostro paese.

«Evidentemente non bastavano i 35 milioni che il SSN già paga ai preti in corsia con lo stesso stipendio degli infermieri…» prosegue Grendene: «Si preannunciano tempi duri per l’affermazione e il rispetto del principio di autodeterminazione in materia di fine vita».




Lasciare un commento