venerdì 31 gennaio - Marinella Zetti

San Valentino con i Conigli Bianchi

Sette associazioni propongono un 14 febbraio Sierocoinvolto e Fieropositivo a Macao con lo spettacolo delle Bianconiglie per la prima volta Milano.

Hanno unito le forze le sette associazioni - ALA Milano Onlus / Anlaids sezione Lombarda / ASA Milano onlus / CIG Arcigay Milano Onlus / Fondazione Lila Milano Onlus / Milano Check Point / NPS Lombardia - per portare a Milano i Conigli Bianchi e organizzare un San Valentino Sierocoinvolto e Fieropositivo. Obiettivo: fare informazione e combattere lo stigma che anche nel 2020 coinvolge le persone con HIV.

Per la prima volta a Milano, gli ARTivist* contro la Sierofobia portano sul palco di Macao il loro anti-spettacolo contro lo stigma dell’HIV, un percorso fatto di musica, monologhi, giochi interattivi e ironia che promette di trasformare la paura in potere e sfatare i pregiudizi più tossici sul virus più temuto degli ultimi 40 anni.

Qual è il senso di tanti “Ti Amo” quando non si è mai fatto un test dell’HIV?

Cosa si prova a scoprire che le ultime persone al mondo in grado di trasmettere il virus sono proprio quelle che già ce l’hanno e si curano?!

Quante leggende metropolitane su baci e aloni viola sopravvivono nell’inconscio collettivo e in ciascuno di noi?

Queste sono solo alcune delle provocazioni inserite nello spettacolo delle famose artist*.

In formazione completa le bianconiglie Tony Allotta, Paula Lovely, Siouxie, Gionatella e ErBaghetta, performeranno un progetto nato a fumetti e applaudito all’ultima Conferenza Mondiale sull’Aids. Giocare e performare di sesso e sieropositività non è l'occasione amara che si crede. Al contrario migliora la qualità delle nostre relazioni affettive, o in questo caso, fa rimorchiare parecchio. Sì, le bianconiglie sostengono che nella tana delle meraviglie si becchi bene.

Ma non è solo uno spettacolo, infatti cogliendo l’occasione speciale il collettivo lancerà la nuova open call per artivist* “C’era una RiVolta”, aperta a tutti gli artisti visivi e performativi interessati a ridisegnare un immaginario oltre lo stigma, nell’ambizione di riprendere quella rivoluzione sessuale là da dove la crisi dell’AIDS l’ha bruscamente interrotta.


E dopo le bianconiglie non è finita, la serata continua con la notturna conturbazione dei sensi di SANVA SAVNA.

Ci troviamo a Macao fuori dalla tana dei luoghi comuni.

Dove come quando
Macao 

Viale Molise, 68, Milano
14 febbraio, H21:30
Ingresso 5 euro

 

 




Lasciare un commento