domenica 29 marzo - Giorgio Zintu

SARS-COV2, sbagliato tenere in casa le persone, senza luce del sole e senza attività motoria

The Age of Stupid sta producendo danni a tutto campo ancora non quantificabili ma alcuni prevedibili e non solo sul terreno economico, meritevole di un approccio diverso.

Se infatti la situazione e le regole attuali permarranno a tempo indefinito, è probabile che i danni sulla integrità psichica di anziani, bambini, genitori sarà compromessa in misura più o meno grave. Ma saranno seri anche i danni fisici legati a vari e intuibili fattori legati a una lunga permanenza forzata in casa.

PNG - 865.7 Kb
Post Twitter del Governatore Jared Polis

Sarà da capire, ma non ci vuole l’oracolo di Delfi, per capire come usciranno i cittadini dalle proprie case alla fine del Decreto: capelli lunghi, facce bianche come il marmo, rughe profonde, occhiaie, bambini violentati dalla tv, zombi dal passo incerto.

Il professore Silvio Garattini, fondatore dell'Istituto di ricerche farmacologiche "Mario Negri", che sino a qualche tempo fa veniva spesso chiamato in tv mentre oggi viene sistematicamente ignorato, il 20 marzo scorso ha dichiarato alla Gazzetta dello sport : "Evitiamo gli assembramenti, ma camminare e correre rafforza le difese immunitarie".
Quindi si deduce che stando chiusi in casa si è più esposti al Covid-19 sia perché un isolamento totale è impossibile sia perché non esiste un vaccino o un farmaco. Si spera almeno che l'Avigan o altro superi il test della bella addormentata AIFA che ha tardato a contattare l’Agenzia dei Prodotti Farmaceutici e dei Dispositivi Medici giapponese (PDMA), nonostante avesse già sottoscritto lo scorso anno un protocollo d’intesa che prevedeva “uno scambio di informazioni tra i due Paesi nel settore farmaceutico”.

Silvio Garattini

In ogni caso politici e medici dimenticano il dato ampiamente sottovalutato sull'importanza dell'attività all'aria aperta che, a parte il già citato Garattini, è stata sottolineata da Jared Schutz Polis, governatore del Colorado, che in un post ha scritto: "Enjoy our outdoors but be responsible". Tradotto significa che occorre mantenere una distanza tra le persone di 6 piedi, circa 1,80 metri. Tutto comprensibile e condivisibile.


Davvero incomprensibile invece appare la campagna intimidatoria - ben 4 moduli in pochi giorni per autocertificazione dei movimenti, la possibilità di utilizzare droni e gps - nel Paese, dove la sanità migliore del mondo che fu, necessita ancora di apparecchiature e dispositivi di base.

Gli obiettivi di comunicazione di giornali e tv sono chiari: innescare la paura e tenere inchiodati milioni di italiani alle poltrone con file di bare, medici morti o contagiati, sindaci sceriffi del terzo millennio o governatori con tanto di mascherine davanti a un microfono forse con la paura che il microfono li contagi.

Intanto però ci sono altri danni prodotti dalla informazione mainstream che dimentica i vivi tanto che la Società italiana di cardiologia denuncia il dimezzamento dei ricoveri per infarto e solo le cronache locali raccontano dei suicidi, come accaduto ad esempio a Bologna e riportato da Bolognatoday.it: “Salvati dai Carabinieri dopo l'SOS dei genitori al 112: due giovani tentano il suicidio”.

BolognaToday - 28 marzo 2020

Non è dato sapere se queste vite interessino ancora qualcuno ma come sottolineava lo psichiatra Raffaele Morelli qualche giorno fa Non è l’arena su La7: “Rischiamo epidemia psichica, abbiamo 12 milioni di italiani che usano psicofarmaci, non li lasciamo soli”

Da cronache del malessere, per oggi è tutto.




Lasciare un commento