lunedì 26 aprile - paolodegregorio

Rousseau addio!

Davide Casaleggio non si sta comportando come un normale fornitore di un servizio, peraltro ben pagato, La piattaforma Rousseau non deve avere alcun ruolo politico e l’attuale dirigenza del M5S (Conte, Grillo, Crimi, Di Maio, Taverna) farebbe bene a interrompere definitivamente questa collaborazione. 

Anche Di Battista che, legittimamente, potrebbe aspirare a rifondare un Movimento vicino al programma politico delle origini, non è il caso che sfrutti questa piattaforma, in quanto darebbe l’idea di essere uno scissionista e comunque dovrebbe pagare un prezzo politico al nome di Casaleggio. Questo chiarimento sarebbe utile sia a Conte che a quella parte del Movimento che innegabilmente non si riconosce più in una alleanza strategica con il PD, e spera in una discesa in campo di Di Battista con un progetto di futuro legato a quei milioni di giovani che vogliono costruirlo, perché capiscono che la prossima pandemia sarà quella del riscaldamento globale e il Covid a confronto sembrerà una passeggiata di salute.

Paolo De Gregorio




Lasciare un commento