lunedì 25 novembre - Edgardo Vincenti

Può l’url di un blog innocuo essere bloccato da Facebook

Sono l'amministratore del blog e del annesso gruppo Facebook, Vita salutare. E' all'incirca un'anno che mi occupo della cura di questo sito web. Vengono trattati argomenti vincolati alla salute ed il benessere delle persone. In particolare, sul sito, si da risalto a tutto ciò che concerne i rimedi naturali o rimedi della nonna come vengono chiamati.

PNG - 941 Kb
Blocco
Ecco cosa succede quando tento di condividere il blog su Facebook

Crediamo decisamente nelle cure naturali

Sul blog Vita salutare, ci occupiamo di ricercare e proporre ai nostri lettori le migliori cure naturali disponibili per le più svariate malattie. In nessun modo e in nessun caso pretendiamo sostituirci al proprio medico, ma sappiamo quanto preziosa possa essere la medicina naturale per farci godere di una vita in piena salute. Un esempio su tutti, quello dell'ipertensione, un male molto diffuso.

Cure naturali contro l'ipertensione

Nel campo della pressione alta, e in questo caso parlo per esperienza personale, la prima cosa che farà il medico è dare la famosa pillola contro l'ipertensione. Come tutti sappiamo però, quelle compresse sono piene di effetti collaterali. I consigli che noi diamo per quanto riguarda la pressione alta, aldilà del fare più motto, sono quelli di fare una corretta integrazione di magnesio e potassio. 

Questo va fatto con la dovuta prudenza e senza smettere bruscamente di prendere la pastiglia contro la pressione. Con il tempo, e con una cura costante a base di magnesio e potassio, si riuscirà a non prendere più la famigerata pastiglia per la pressione. Oppure per farvi capire di cosa parliamo sul nostro blog, abbiamo scritto di recenti sulle proprietà magiche delle uova e il loro effetto benefico sulla nostra salute. Ora che avete un quadro sul materiale che viene trattato sul blog Vita salutare, la domanda è: Può un blog del genere essere bloccato da Facebook?

Può Facebook bollare di contenuto offensivo il blog?

E ora entriamo nel pieno dell'argomento. Cime può Facebook bloccare l'url di Vita salutare decidendo di punto in bianco che il contenuto del blog risulta offensivo per gli utenti? Nella domanda precedente, infatti, si trova parzialmente la risposta. Non è stato Facebook a decidere che il nostro contenuto è offensivo, ma sono stati gli utenti.

In base a quale concetto gli utenti ci segnalano come contenuto offensivo?

Quale ragionamento contorto può aver portato gli utenti a segnalare il nostro contenuto come offensivo? A tale proposito vi invito a visitare la nostra home e vi sfido a trovare una sola riga di contenuto offensivo. Ma poi per chi specificamente, potrebbe essere offensivo?

Per chi specificamente potrebbe risultare offensivo?

Gli articoli del blog Vita salutare, grazie ad un meticoloso lavoro di ottimizzazione eseguito dal sottoscritto, dopo un anno si stanno posizionando molto bene per la ricerca su Google. E' infatti un sito web che gode di traffico organico proveniente delle ricerche su Google. Alla luce di tutti questo, e alla luce delle migliaia di mi piace e altrettante migliaia di condivisioni che il sito stava ottenendo su Facebook, io mi chiedo. Non sarà che i link del blog risultano "offensivi" agli amministratori di altri siti e gruppi che trattano gli stessi argomenti?

Per quale motivo segnalare come offensivo ciò che non lo è?

Ci sono decine di siti e blog che affrontano gli stessi argomenti del mio, e compaiono primi nelle ricerche su Google e godono di centinaia di migliaia di condivisioni su Facebook. Ma io non mi sognerei mai e poi mai di andare a segnalare tali siti per farli bloccare su Facebook! Purtroppo le segnalazioni di persone inutili e invidiose possono rovinare il duro lavoro, realizzato in anni di cura e manutenzione di un blog!

Perché Facebook è così importante?

Sebbene il blog si stia posizionando da solo per le ricerche su Google, purtroppo non può essere più condiviso per via del blocco imposto da Facebook. Ecco il motivo per cui Facebook continua ad essere importante, anche per i siti meglio posizionati. Nonostante un buon posizionamento, Facebook continua ad essere per noi, la prima fonte di traffico e condivisioni in assoluto. Un sito bloccato su Facebook è come una persona che ha un solo polmone. Potrà sopravvivere ugualmente, ma la sua salute non sarà al 100%. Che si può fare al riguardo? E' molto difficile uscirne quando si è incappati nei blocchi di Facebook.

 




Lasciare un commento