mercoledì 24 giugno - Salvo

Polizzi Generosa: gemma della Sicilia

In Sicilia la bellezza dei paesaggi è rinomata, una terra da scoprire, da vivere, da conoscere. E’ questo il caso di Polizzi Generosa che in questi anni ha saputo valorizzare la sua storia e la sua immagine grazie all’impulso e all’azione del Sindaco, Giuseppe Lo Verde, e alla dedizione encomiabile dell’Assessore alla Cultura, Barbara Curatolo.

Un paese che con i suoi 917 m sul livello del mare rappresenta uno dei gioielli che circonda i monti delle Madonie. Polizzi Generosa la si potrebbe definire la “Torre delle Madonie” o la “punta di lancia” dei 15 paesi che costituiscono la “preziosa collana” delle Madonie. Paesaggio mozzafiato per la spettacolarità dei suoi straordinari tramonti. La storia di Polizzi Generosa si perde nella notte dei tempi, le date storiche ci parlano che i primi insediamenti umani risalgono al IV secolo a.c., mentre l’appellativo di “generosa” gli veniva conferito da Federico II nel 1234.

Paese di grande cultura, basti pensare ai vari prestigiosi monumenti tra i quali meritano menzione La Commenda, appartenente all’Ordine Gerosolimitano, già presente sul territorio dal 1177; il Seicentesco Collegio dei Gesuiti, oggi sede del Palazzo Comunale e dell’importantissimo Civico Museo Archeologico; il capolavoro del Trittico ovvero il quadro dell’ artista fiammingo, Rogier van der Weyden, rappresentante al centro la Vergine Maria con Gesù bambino e lateralmente Santa Caterina d’Alessandria e Santa Barbara.

Il paese è anche conosciuto per aver dato i natali a diversi personaggi illustri come il Cardinale Tindaro Rampolla e il saggista Gaetano Borgese. Non vanno dimenticate le pregevoli qualità gastronomiche tipiche del luogo: dal caratteristico fagiolo a “badda” alle nocciole, dal dolce “lo sfoglio” alla salsiccia asciutta.

E’ un paese vivace, di grande accoglienza, rinomata come “Città dell’amicizia”. Nel panorama identitario siciliano Polizzi Generosa detiene il primato grazie alla presenza dell’ abete delle Madonie o dei Nebrodi, ovvero “l’Abies nebrodensis”.  Un rarissimo abete di inestimabile valore botanico e oggi simbolo della Sicilia.

  Si può affermare che Polizzi Generosa è una preziosa gemma non solo dei cittadini polizzani ma dell’intera Sicilia.

Salvatore Falzone

 




Lasciare un commento