venerdì 31 luglio - YouTrend

Politica & Social: è l’economia (e l’Europa), bellezza!

Terzo appuntamento con l’analisi condotta per Rai News dei contenuti pubblicati sui social dai principali leader politici.

di Leonardo Buccione

Torna Politica & Social, la nostra analisi per Rai News dei post social pubblicati dai principali leader politici italiani. Questa settimana abbiamo analizzato 1443 contenuti (post Facebook e tweet) pubblicati tra il 13 e il 27 luglio da Silvio Berlusconi, Carlo Calenda, Giuseppe Conte, Luigi Di Maio, Giorgia Meloni, Matteo Renzi, Matteo Salvini, Roberto Speranza e Nicola Zingaretti.

 

Recovery Fund e MES

Come registriamo da alcuni mesi, i riferimenti interni al mondo della politica (istituzioni, partiti, leader nazionali e locali) e le discussioni sui temi economici, rappresentano i contenuti più postati.

In queste due settimane l’agenda economica è stata caratterizzata, anche sui social, da un forte dibattito sul Recovery Fund e sul MES. In particolare, il Premier Giuseppe Conte è stato tra i leader di Governo quello che ha puntato di più su queste due tematiche, ottenendo peraltro un’ottima risposta in termini di interazioni dai propri fan.

 
Giuseppe Conte

Meno spazio è stato paradossalmente dedicato al Recovery Fund e al MES dai leader di opposizione, che comunque hanno pubblicato con grande frequenza contenuti di stampo economico. Eccezione è Silvio Berlusconi, che invece ha discusso di questi argomenti con una certa frequenza. Da una parte si è trattato di massimizzare la ricaduta positiva del risultato ottenuto a Bruxelles, per il quale l’Ex Presidente del Consiglio ha tentato di vedersi riconoscere parte dei meriti (con Forza Italia lodata anche dal Premier Conte in Parlamento). Dall’altra, probabilmente, la necessità di coprire con una certa frequenza il tema del MES deriva anche dal fatto che Forza Italia è l’unico partito di opposizione a essere favorevole allo strumento, creando quindi una situazione nella quale si rende necessaria una comunicazione più assidua.

 

Europa

Ovviamente di pari passo al crescere dell’attenzione per queste misure, aumenta anche la discussione sull’Europa stessa, principalmente dall’area di Governo (Giuseppe Conte e Luigi Di Maio in primis) e da chi segue un posizionamento più moderato ed europeista come Matteo Renzi, Carlo Calenda e Silvio Berlusconi.

Anche gli spostamenti tra l’ultima rilevazione e quella realizzata due settimane fa danno indicazioni importanti: i leader di centrodestra che utilizzano una narrazione populista parlano meno di Europa anche quando nell’agenda politica diventa particolarmente rilevante.

 

Immigrazione

L’immigrazione continua ad essere un tema forte per il centrodestra e in particolare per Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

L’aumento degli sbarchi di migranti positivi al Coronavirus rappresenta un frame che ha ottenuto importanti interazioni soprattutto tra i follower della leader di Fratelli d’Italia. Il leader leghista, invece, oltre a collegare immigrazione e salute affronta questo tema chiamando in causa alcuni stati del Nordafrica come Tunisia e Algeria.

 

Salute

Il Ministro Speranza continua ad utilizzare i suoi profili social per aggiornare sullo stato della pandemia e invitare alla prudenza, mentre il secondo esponente del Governo che parla di più di salute e sanità è Nicola Zingaretti.

In questo caso il segretario del Partito Democratico parla nelle vesti di Presedente della Regione Lazio annunciando l’uscita dal commissariamento della sanità regionale.

Giustizia

La giustizia non è stata tra i temi più discussi, ma quando presente è riuscita ad ottenere buone interazioni. Parliamo ad esempio dei contenuti pubblicati per commemorare Paolo Borsellino, dei commenti al prolungamento della carcerazione per Patrick Zaki fino alle indagini sul Governatore Fontana e alla campagna #IostoconSalvini. 

 

Inizia la campagna elettorale

Tra i post che non rientrano nelle categorie tematiche prese in esame, se ne riscontrano diversi legati a save the date, dirette e racconti fotografici di eventi realizzati nei territori. Sarà forse il segno che le elezioni regionali si stanno avvicinando?

 




Lasciare un commento