martedì 5 luglio - Anna Maria Iozzi

Palinsesti Rai 2022/23: le novità della prossima stagione televisiva

Cosa andrà in onda sulle reti del servizio pubblico nella stagione 2022-2023? La risposta è nella presentazione dei Palinsesti Rai, avvenuta mercoledì 28 giugno, al Superstudio Maxi di Milano.

Tante le novità e le riconferme. Partiamo dall’intrattenimento. Rai1 punta sulla riconferma di titoli di grande successo: da “Tale e Quale Show” con Carlo Conti, in onda da venerdì 30 settembre a “Ballando con le Stelle” con Milly Carlucci, da sabato 8 ottobre.

La novità, tanto attesa al momento dello svelamento dei palinsesti della nuova stagione televisiva, porta il nome di Morandi con “Go Gianni go”, un nuovo one man show in onda lunedì 19 dicembre in diretta da Bologna. Per lo show di Loretta Goggi, seppur confermato, bisognerà attendere il 2023. Non è finita qui.

Amadeus si fa in quattro: dall’appuntamento quotidiano con “I Soliti Ignoti”, in onda, dall’11 settembre, al bis con “Arena Suzuki 60 70 80 90”, in onda al sabato sera il 17 e 24 settembre e il 1 ottobre. Sarà, ancora una volta, lui a festeggiare l’arrivo del 2023 con “L’anno che verrà”, prima della sfida “Sanremo 2023” (dal 7 all’11 febbraio), con “Sanremo Giovani”, previsto il 12 dicembre. Roberto Bolle ballerà, ancora una volta, nel primo giorno dell’anno con “Danza con me”.

Grandi novità e arrivi su Rai 2 che, a partire dalla prossima stagione televisiva, vedrà l’avvincendamento di nomi in grado di rivitalizzare la rete. Sbarca, a Viale Mazzini, Alessia Marcuzzi. La conduttrice, reduce dalle sue esperienze a Mediaset, debutterà, sulla seconda rete, martedì 22 novembre con “Boomerissima”, un varietà generazionale che mette a confronto boomer vs millenials e genitori vs influencer.

Nuovo show per Stefano De Martino “Sing sing sing”, adattamento del programma americano di Jimmy Fallon. Riconfermato alla conduzione del programma di giochi e intrattenimento, “Stasera tutto è possibile”, ad inizio 2023.

Novità assoluta per Rai 2 è “Nudi per la vita”, un docureality condotto da Mara Maionchi e Marcello Sacchetta, dedicato alla prevenzione medica con, alla base, uno spogliarello vip in stile “Full Monty”. Primi due concorrenti l’ex calciatore Sabino Nela ed Elisabetta Gregoraci.

Altra novità per Rai2 “Non sono una signora”, uno show in onda da lunedì 7 novembre, dedicato all’arte performativa delle Drag Queen, con vip di vari ambiti che si caleranno nei panni di Drag. “Il Collegio”, amato dai giovanissimi, tornerà sul piccolo schermo dal 27 settembre.

Novità anche in seconda serata, dove il martedì, mercoledì e giovedì sarà appaltato in una sorta di staffetta ad Alessandro Cattelan, Francesca Fagnani e Stefano De Martino. “EPCC su Rai2” dal 13 settembre, “Belve” dal 25 ottobre e dal 22 novembre “Bar Stella”. Dopo il test estivo, tornerà, nell’access di Rai2, “Drusilla e l’Almanacco del giorno dopo” dal 21 novembre”. Nella stessa fascia, dal 10 ottobre, il quiz “Una scatola al giorno” condotto da Paolo Conticini.

Novità, voluta da Coletta, anche su Rai3. In prime time, dal 1° dicembre, “Mi casa es tu casa”, condotta da Cristiano Malgioglio, che rievoca lo stile di “A raccontare comincia tu”, portato al successo dall’amata e indimenticabile Raffaella Carrà.

Dal 12 settembre, su Rai 1, la riconferma di tutti i successi della giornata: “Storie Italiane” con Eleonora Daniele, “È sempre mezzogiorno” con Antonella Clerici, “Oggi è un altro giorno” con Serena Bortone e “La Vita in Diretta” condotta da Alberto Matano. Continuerà, nel preserale, fino al 30 ottobre, “Reazione a Catena” con Marco Liorni. Dal 31 ottobre, torna “L’Eredità” con Flavio Insinna, il giorno successivo, in onda in prime time con uno speciale dedicato all’Unicef. 

La domenica pomeriggio riaprirà il 18 settembre: “Domenica In” con Mara Venier (con precedente speciale in prime time venerdì 16 settembre) e, a seguire, “Da noi a ruota libera” con Francesca Fialdini. Da sabato 17 settembre, spazio a “Italia Sì” con Marco Liorni.

Nel daytime, riconferme su Rai1 e Rai3, con novità significative su Rai2. Dopo dieci edizioni, “Detto Fatto” non andrà più in onda nel pomeriggio della seconda rete. Al suo posto, spazio a Pierluigi Diaco con “Bella Mà”, subito dopo “Ore 14” con Milo Infante. Un talent di parola che metterà a confronto le giovani generazioni con quelle dei loro genitori e nonni. A seguire, dalle 17, una nuova trasmissione guidata da Mia Ceran, “Nei tuoi panni”. Viene descritto come un esperimento immersivo con lo stile dei docureality e una parte in studio: un membro di una famiglia, presente per tutta la settimana, prenderà il posto di un altro componente della stessa famiglia.

Dopo un periodo di stop, torna, su Rai2, la conduttrice Elisa Isoardi, con “Volevo dirti che…”, in onda la domenica pomeriggio dall’11 settembre alle 15. Al sabato pomeriggio, arriva “Top“, con la conduzione di Greta Mauro, con la partecipazione di Tinto e Federico Quaranta. Tornano, per il secondo anno consecutivo, la domenica mattina, Paola Perego e Simona Ventura con “Citofonare Rai2”.

Squadra invariata a “I Fatti Vostri”, in onda dal 12 settembre con Salvo Sottile e Anna Falchi. Su Rai3, da segnalare l’arrivo al sabato pomeriggio, prima del ritorno di “TvTalk” con Massimo Bernardini, di uno nuovo programma condotto da Emma D’Aquino “Ribelli”. In ogni puntata, verranno raccontati due personaggi “ribelli” che hanno rotto gli schemi precostituiti.

Che c’è di nuovo” è la sfida in prime time del team Approfondimenti guidato da Antonio Di Bella. La trasmissione andrà in onda da ottobre su Rai2 e sarà affidata a Ilaria D’Amico. In access, su Rai3, dal 5 settembre, uno spazio informativo di dieci minuti, “La torre e il cavallo“, curato da Marco Damilano.

Pioggia di riconferme per “Report”, “Cartabianca”, “Presa Diretta”, “Chi l’ha visto?”, “Mezz’ora in più”. Resta da definire la nuova conduzione di “Amore Criminale”, con Claudio Amendola in pole position. Sarà Monica Giandotti a guidare “Agorà” al posto di Luisella Costamagna. Novità in seconda serata su Rai1 con “Tempo e mistero” affidato a Giancarlo De Cataldo.

Confermatissimo “Che tempo che fa” con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. La trasmissione tornerà in onda la domenica sera da ottobre e rientrerà nel genere cultura curato da Silvia Calandrelli. La dirigente ha annunciato la puntata speciale natalizia “Stanotte a Milano” di Alberto Angela, ma anche un nuovo prime time su Rai2 con la conduzione di Geppi Cucciari, un people show da definire. Da sabato 19 novembre, “Cinque pezzi facili”, cinque opere di Mattia Torre, messe in scena su Rai3, sotto la direzione artistica di Paolo Sorrentino.

 

Passiamo alle fiction. L’offerta di fiction Rai per la stagione 2022/2023 si configura in una partitura composita che si muove dal poliziesco alla commedia, dal dramedy al coming of age alla linea civile, puntando a valorizzare il talento a tutti i livelli. 

Tra gli eventi di ispirazione civile che illuminano l’offerta la serie Esterno notte (regia di Marco Bellocchio) con Fabrizio Gifuni, Margherita Buy, Toni Servillo, presentata alla 75^ edizione del Festival di Cannes, in cui, il maestro Bellocchio torna sul rapimento e l’uccisione di Aldo Moro; e Il nostro Generale (regia di Lucio Pellegrini e Andrea Jublin) con Sergio Castellitto, dedicato al Generale dalla Chiesa nel quarantennale della strage di via Carini. Storie potenti con un carico fortemente simbolico e un grande valore produttivo. 

Si conferma una linea attenta al femminile con il ritorno di Vanessa Scalera nei nuovi episodi di Imma Tataranni (regia di Francesco Amato); Serena Rossi in Mina Settembre 2 (regia di Tiziana Aristarco); Luisa Ranieri nella seconda stagione di Le indagini di Lolita Lobosco (regia di Luca Miniero). Serie in cui la densità dei temi e delle situazioni si coniuga con la leggerezza della commedia. 

La sfida del racconto seriale include anche alcune grandi coproduzioni internazionaliSopravvissuti (regia di Carmine Elia) con Lino Guanciale, Il giro del mondo in 80 giorni (regia di Steve Barron, Charles Beeson, Brian Kelly) con David Tennant; The Reunion (regia di Bill Eagles) e Il quinto giorno (regia di Barbara Eder, Luke Watson, Philipp Stolzl) sono i nuovi titoli realizzati nell’ambito dell’Alleanza Europea tra la Rai e i servizi pubblici France Télévisions (Francia) e ZDF (Germania). Una testimonianza dell’autorevolezza e della competitività del servizio pubblico italiano a livello internazionale. 

Molte le novità della prossima stagione nel solco del giallo e delle sue molteplici declinazioni: Vincenzo Malinconico. Avvocato d’insuccesso (regia di Alessandro Angelini) con Massimiliano Gallo; Il maresciallo Fenoglio (regia di Alessandro Casale) con Alessio BoniFiori sopra l’inferno  (regia di Carlo Carlei) con Elena Sofia Ricci; Mai più come prima (regia di Monica Vullo) con Francesco Arca e Circeo (regia di Andrea Molaioli) con Greta Scarano. Attesi il ritorno di Il commissario Ricciardi 2 (regia di Gianpaolo Tescari) con Lino Guanciale; La porta rossa 3 (regia di Gianpaolo Tescari) con Gabriella Pession e Lino Guanciale, e Rocco Schiavone (regia di Simone Spada) con Marco Giallini, che approda su Rai1. Ad impreziosire l’offerta, i primi quattro titoli di Il commissario Montalbano (regia di Alberto Sironi), dai romanzi di Andrea Camilleri, tornano in versione restaurata e nella definizione del 4K. 

Nel perimetro del coming of age, una nuova stagione per Mare fuori (regia di Ivan Silvestrini), che ha riscosso risultati eccellenti anche su Rai Play, superando le 50 milioni di Legitimate Streams. Una novità Vivere non è un gioco da ragazzi (regia di Rolando Ravello), con Stefano Fresi, Nicole Grimaudo e con la partecipazione di Claudio Bisio. Due gli originali per RaiPlay: Cinque minuti prima (regia di Duccio Chiarini) e Shakespeare in teen (regia di Giulia Gandini), titoli dedicati al delicato passaggio dall’adolescenza all’età adulta. 

Con questa offerta ricca e composita, la nuova stagione della fiction, Rai vuole rispondere alle incertezze di un periodo sociale complesso e offrire una visione di positività e di valori sempre orientata al futuro. 

 

 




Lasciare un commento