mercoledì 15 maggio - Carmelo Musumeci

Non uccidete Radio Radicale

È importante che “Radio Radicale” continui ad esistere perché la prigione è un mondo ignoto per tutti quelli che sono liberi ed è importante fare conoscere ai “buoni” l’inferno che i nostri politici hanno creato e che mal governano.

Poche persone sanno che nella maggioranza dei casi il carcere, così com'è oggi in Italia, produce solo tanta recidiva e che una pena crudele e cattiva non fa riflettere sul male commesso ed in futuro lo sapranno ancora meno persone perché i nostri governanti hanno deciso di staccare la spina a “Radio Radicale”

Sono fortemente convinto che in Italia la giustizia e le prigioni siano quelle che sono anche perché a differenza di altri Paesi, nel nostro manca una informazione seria di quello che accade dentro le carceri e nei Tribunali del nostro Paese.

Forse per questo i nostri attuali governanti hanno deciso di fare morire una radio libera che non si accontenta di dare solo notizie ma fa anche informazione e questo è pericoloso perché purtroppo questo governo vuole riempire le carceri come delle scatole di sardine e usare l'emergenza emigranti e criminalità per continuare a prendere voti.

Carmelo Musumeci




Lasciare un commento