lunedì 16 aprile - Carlo Marino

National Geographic Festival delle Scienze a Roma: alla scoperta delle “cause delle cose”

Dal 16 al 22 aprile 2018 a Roma, Auditorium Parco della Musica, si terrà il National Geographic Festival delle Scienze. Sono previsti in programma oltre 340 eventi – di cui più di 40 incontri con scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori, artisti e oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi . Si tratta della XIII edizione dell’appuntamento sponsorizzato dalla rivista National Geographic che quest’anno guiderà il pubblico alla scoperta delle Cause delle cose, l’intricata rete di relazioni causa-effetto con cui ogni giorno gli esseri umani hanno a che fare. L’Auditorium, progettato dall’archistar Renzo Piano, sarà il teatro nel quale si avvicenderanno esperti di livello internazionale, filosofi, storici della scienza, giornalisti, impegnati in un ventaglio di suggestioni e appuntamenti molto ampio. Il programma è stato segmentato in quattro macro-temi a struttura binaria (“Terra e Ambiente”, “Pensiero e Creatività”, “Società e Legge”, “Tecnologia e Realtà”), e prenderà in esame argomenti che spaziano dalla tutela dei diritti umani – con il Premio Nobel per la Pace Tawakkol Karman – ai viaggi nel tempo – con lo scrittore James Gleick – mettendo in luce i nessi causali che non soltanto dominano il campo della scienza ma irrompono anche in ogni dimensione del nostro quotidiano. Si parlerà quindi della causalità in rapporto con il senso della libertà insieme al videomaker Raoul Martinez, del recupero del carpe diem con il filosofo Roman Krznaric, dei legami con musica e creatività in un appassionato dialogo tra l’ingegnere del suono Susan Rogers, collaboratrice di artisti come Prince e David Byrne, e cantautrice e musa di David Lynch Chrysta Bell. Un universo sinestetico in cui i sensi interagiscono tra loro: sono gli spettacoli proposti nel corso del Festival, esperienze in cui la scienza dialoga con le altre discipline e si fa arte. Dopo l’apertura del lunedì 16, il programma proseguirà mercoledì 18 con i “Cacciatori di onde” Alessandro Gnucci e Massimiliano Trevisan che, nell’ambito delle attività Educational kids, condurranno i ragazzi in un viaggio alla scoperta del concetto di onda utilizzando esperimenti sorprendenti e una vivace narrazione (ore 9,30 e 11). Alle 19.30 largo al cinema con la proiezione in anteprima di Genius: Picasso, la nuova stagione della serie National Geographic dedicata a Pablo Picasso, diretta da Ron Howard e Brian Grazer ed interpretata da Antonio Banderas (Sala Petrassi). “Divagazioni cosmiche” giovedì 20 (ore 21, Sala Sinopoli) insieme Roberto Battiston (presidente ASI), Fernando Ferroni (presidente INFN) e i conduttori radiofonici Sara Zambotti e Massimo Cirri mentre venerdì 21, insieme al rettore del Gran Sasso Science Institute Eugenio Coccia, le note della pianista Lara Leccisi e la creatività della Sand artis Gabriella Compagnone aggiungeranno un tocco di meraviglia alla narrazione di alcune delle più grandi scoperte della fisica (Cosmic Groove, ore 21.15, Sala Petrassi). Ad arricchire l’offerta “spettacolare”, inoltre, due concerti: martedì 17 alle ore 21 in Sala Sinopoli Life: a Journey through time, opera orchestrale multimediale che unisce le fotografie di Frans Lanting e la musica di Philip Glass, insieme per celebrare lo splendore della vita sulla Terra; sabato 21, sempre alle 21, Chrysta Bell, sul palco di Sala Sinopoli pronta ad incantare il pubblico con la sua voce ipnotica e sensuale tra ritmi blues, chitarre anni Cinquanta e pop allucinato.




Lasciare un commento