venerdì 24 gennaio - Giovanni Graziano Manca

Musica rock italiana: “Rec” degli Animatronic

Luca Worm Terzi (chitarra), Luca Ferrari dei Verdena (batteria), Nico Atzori (basso elettrico), sono gli Animatronic, gruppo di rock viscerale strumentale nato nel 2018. “Rec”, il primo CD del trio, è uscito l’otto di Novembre dello scorso 2019 per La Tempesta Records (promo ag. Fleish). 

Quindici tracce di rock incessante per oltre cinquanta minuti complessivi di ascolto musicale, la varietà di rock suonata dal gruppo appare interessante perché mette in evidenza una attitudine alla sperimentazione e alla ricerca di nuove modalità espressive che non può non far piacere constatare. Musica “chitarristica” che sconfina nei virtuosismi più estremi, quella degli Animatronic si muove tra metal, funk e tracce di jazz, psichedelia, rock tout court e anche altre tendenze non meglio definibili. Niente di straordinariamente innovativo, beninteso (sembrano voler aleggiare, su tutto il disco, le ombre di grandi della chitarra elettrica come Eddie Van Halen e Steve Vai), certo però i tre, con le loro prodezze strumentistiche riescono per tutta la durata dell’album a tenere alta l’attenzione e ai massimi livelli il godimento dell’ascoltatore. Che altro dire di questo CD? Da zero a dieci sette, perché brani come “Teddy Red & Jenny Ride”, “6sbarre s.a.s”, “Crossing” e anche le rimanenti canzoni dell’album possono forse a tratti dare l’idea di un virtuosismo fine a se stesso, ma sicuramente si fanno ascoltare più che volentieri. 

Tracklist:

01 Teddy Red & Jenny Ride

02 Fl1pper#

03 La7

04 6sbarre s.a.s

05 Formula

06 Crossing

07 Tin-Tin

08 In Cubo

09 Ghostrek

10 Zabran

11 Seitan

12 Fuori di Nastro

13 Fanki!?

14 DCP

15 Tronofobia




Lasciare un commento