mercoledì 23 novembre - Stranieriincampania

Minori stranieri non accompagnati in Italia: i dati aggiornati del Ministero al 2022

E' disponibile il nuovo rapporto della Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con i dati aggiornati sulla presenza dei minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio nazionale.

 Al 30 giugno 2022 risultano presenti in Italia 15.595 minori stranieri non accompagnati (MSNA), dato in forte aumento rispetto allo stesso periodo di rilevazione del 2021 (+99,9%) e del 2020 (+210,9%) (tabella 3.1). Un incremento così rilevante è in larga parte attribuibile all’arrivo sul territorio italiano di un considerevole numero di MSNA provenienti dall’Ucraina. Dall’inizio del conflitto, febbraio 2022, al 30 giugno, hanno fatto ingresso nel nostro paese oltre 5 mila minori ucraini, che rappresentano in questo momento circa un terzo delle presenze complessive.
Tabella 3.1– MSNA presenti al 30.06.2022, 30.06.2021 e 30.06.2020 (Valori assoluti e variazioni percentuali)

Anche in questo semestre, tra i minori non accompagnati presenti nel Paese, è confermata la prevalenza del genere maschile (80%). Tuttavia, è rilevante segnalare l’aumento significativo della presenza femminile avvenuto nel semestre: al 30 giugno 2022 circa 1 MSNA su 5 è di genere femminile, a fronte di una incidenza poco superiore al 3% al 30 giugno 2021. Le ragioni di tale incremento sono tutte riconducibili alla componente dei minori provenienti dall’Ucraina che è caratterizzata da una distribuzione per genere e per età molto più equilibrata rispetto ai minori provenienti da altri paesi.

Grafico 3.1– MSNA presenti al 30.06.2022 per genere.

Infatti, anche la distribuzione per età dei minori presenti al 30 giugno 2022, rispetto all’anno precedente, mostra delle importanti differenze. L’incidenza percentuale dei diciassettenni è in forte discesa (44,8%), a fronte dell’aumento della quota di minori di età inferiore ai 15 anni, dove il peso dei minori provenienti dall’Ucraina è pari al 70% del totale dei minori appartenenti a quella fascia di età.
Grafico 3.2 – Percentuale MSNA presenti al 30.06.2022 per fasce d’età.

Grafico 3.3 – Distribuzione dei MSNA presenti al 30.06.2022 per fasce d’età. Confronto con la situazione al 30.06.2021 e
al 30.06.2020.


Cittadinanze
Al 30 giugno 2022 i principali Paesi di provenienza dei MSNA sono, naturalmente, l’Ucraina (5.392 minori), l’Egitto (2.497), l’Albania (1.302), il Bangladesh (1.239) e la Tunisia (1.145). Considerate congiuntamente, queste cinque cittadinanze rappresentano più dei due terzi dei MSNA presenti in Italia (74,2%). Le ulteriori cittadinanze maggiormente rappresentate sono quella pakistana (705), afgana (422), ivoriana (381), gambiana (358) e guineana (285). In linea con l’incremento considerevole dei minori in termini assoluti rispetto allo stesso periodo del 2021 e, in particolare, del 2020, si riscontra un aumento rilevante di alcune cittadinanze rispetto ad altre (grafico 3.1.1). Le cittadinanze che hanno registrato, in termini assoluti, gli aumenti più consistenti rispetto all’anno precedente sono quella ucraina, con 5.388 nuovi ingressi e quella egiziana con un aumento di 1.784
MSNA. La cittadinanza ucraina al 30 giugno 2022 è diventata quella maggiormente rappresentata, con un’incidenza del 34,6% sul totale di MSNA.

Anche per le restanti cittadinanze si evidenzia un incremento del numero di minori rispetto al totale dei MSNA presenti nel 2021 e nel 2020. Tra le variazioni più significative segnaliamo quella dei minori di cittadinanza albanese che nel 2021 hanno avuto un incremento di quasi 680 unità. Anche le cittadinanze pakistana, afgana e gambiana hanno registrato un aumento percentuale consistente rispettivamente pari a +38%, +108% e +193%. Viceversa, la cittadinanza bangladese ha registrato un decremento di 735 MSNA rispetto al 2021.

Figura 3.1.1 – Stati di provenienza dei MSNA presenti al 30.06.2022.

Minori straniere non accompagnate
Le minori straniere non accompagnate sono 3.098 e rappresentano il 19,9% dei MSNA presenti in Italia al 30 giugno 2022. Tale dato evidenzia un aumento significativo della componente femminile rispetto al periodo di riferimento precedente. Nello specifico, il numero delle minori ha avuto un incremento 12 volte superiore rispetto al dato del 2021. Allo stato attuale, quasi il 20% dei MSNA è di genere femminile a fronte di una incidenza poco superiore al 3% registrata al 30 giugno 2021.

Al 30 giugno 2022, il 51% delle minori presenti ha un’età compresa fra i 7 e i 14 anni, il 15% ha 17 anni, il 12% ha 16 anni; il 12% ha 15 anni e il 10% ha meno di 6 anni. Pertanto, le minori con età inferiore a 15 anni rappresentano più dei tre quinti del totale (61%).

Grafico 3.3.1 – Percentuale delle MSNA presenti al 30.06.2022 per fasce d’età.


Rispetto all’anno precedente, l’incidenza percentuale delle minori con età inferiore ai 15 anni è aumentata (+73%), a fronte della diminuzione della quota di minori di età superiore ai 16 anni (grafico 3.3.2). La distribuzione per età delle minori di genere femminile è fortemente influenzata dalla componente di cittadinanza ucraina, che rappresenta oltre il 90% del totale delle presenze femminili.

Grafico 3.3.2 – Distribuzione delle MSNA presenti al 30.06.2022 per età. Confronto con la situazione al 30.06.2021 e al 30.06.2020.

Le straniere non accompagnate che provengono dall’Ucraina sono 2.814 minori, (pari al 90,8% del totale delle presenze femminili). A seguire, a molta distanza, gli altri paesi di provenienza più rilevanti sono la Costa d’Avorio (65 minori, pari al 2,1%) e l’Albania (32 minori, pari al 1,0%).

Grafico 3.3.3 – Distribuzione delle MSNA presenti al 30.06.2022 secondo le principali cittadinanze. Confronto con la
situazione al 30.06.2021 e al 30.06.2020.

 




Lasciare un commento