lunedì 3 giugno - mario rossi

Milano: dopo il festival della marijuana legale un notevole aumento di richieste di prodotti

La giornata mondiale della cannabis ha avuto un suo momento di celebrazione anche in Italia, dove il Festival della Cannabis, organizzato per la terza volta a Milano, si può dire abbia ottenuto un notevole successo. Nel corso della serata dedicata a questo evento, i partecipanti hanno avuto l’occasione di ascoltare musica dal vivo, ma soprattutto di conoscere la legislazione attuale in fatto di consumo di cannabis e le iniziative organizzate per regolamentarne l’uso, così come l’opportunità di assaggiare diverse specialità dove la rinomata erba è utilizzata come ingrediente.

Ovviamente, nel rispetto della normativa attuale, per tutta la durata del festival non è stato mai possibile consumare la cannabis allo stato puro, ma solo sotto forma di materia prima per altre preparazioni. Infatti, come è noto, oggi l’utilizzo della marijuana cosiddetta “light” è consentito, ma solo come “ingrediente” e non per combustione, inoltre l’unica qualità considerata legale è la canapa sativa, una varietà della pianta in cui la percentuale in THC, la sostanza psicotropa responsabile dell’effetto “stupefacente” della marijuana, è molto bassa o quasi nulla.

Con il diffondersi delle informazioni relative alla cannabis legale, la vendita dei prodotti a base di canapa sativa ha ottenuto un notevole incremento nei mesi successivi all’evento, con la conseguente apertura di nuovi punti vendita e di servizi di e-commerce e consegna a domicilio specializzati. Il portale dedicato alla marijuana legale Milano offre proprio la possibilità di ricercare i negozi più vicini, sia per recarsi direttamente a fare shopping, sia per effettuare gli ordini online.

Cos’è la marijuana light e come può essere acquistata

La cannabis legale, ovvero la marijuana light, è un prodotto derivato dalla canapa sativa, una varietà della pianta che, come si è detto, contiene una percentuale di THC inferiore allo 0,6%. La legge vieta di utilizzare le infiorescenze della canapa light per combustione, quindi di fumarle, ma ne permette il consumo sotto forma di semilavorati e prodotti di vario genere e l’acquisto per uso personale.

Per essere certi di rispettare la legge e non incorrere in problemi, è necessario acquistare la cannabis legale e i suoi derivati esclusivamente nei punti vendita autorizzati, sia nei negozi convenzionali che negli stores online.

La marijuana legale non è da considerarsi uno stupefacente, in quanto non contiene una percentuale di THC sufficiente a provocare effetti psicotropi mentre, al contrario, è molto ricca di principii attivi benefici, gli stessi che vengono sfruttati per scopo terapeutico. Ai consumatori di cannabis light si raccomanda comunque di prestare molta attenzione: chi decide, in contrasto con la legge, di fumarla, commette un reato e potrebbe subirne serie conseguenze.

Gli effettivi benefici della cannabis light

Considerando il suo contenuto in THC quasi a zero e, al contrario, l’alta percentuale di cannabidiolo, la marijuana light svolge un’azione rilassante, antinfiammatoria e antiossidante, non provoca effetti allucinogeni e non presenta controindicazioni particolari. Naturalmente, la presenza, anche se minima, di THC la rende inadatta alle donne in gravidanza, inoltre potrebbe essere causa di un risultato positivo ad un test antidroga.

Nonostante possieda in parte le stesse virtù marijuana legale non deve essere confusa con la cannabis terapeutica, poiché si tratta di un prodotto utilizzato solo in medicina, può essere somministrata esclusivamente dietro prescrizione medica e sempre sotto controllo specialistico.




Lasciare un commento