mercoledì 1 luglio - Marinella Zetti

Milano Check Point cambia “casa”

Nato nel 2018 dalla collaborazione tra 5 associazioni per dare un riferimento alla cittadinanza milanese sulla salute sessuale, dopo il lockdown riapre nella Casa di Emergency.

Dal 1° luglio 2020 Milano Check Point sarà ospitato presso “Casa EMERGENCY”, Via Santacroce 19, Milano. Sarà uno spazio nuovo e ancora più accessibile. 

Tutti i servizi saranno disponibili solo su appuntamento, in ottemperanza alle normative di contenimento, con i seguenti orari.
LUN dalle 15 alle 20 Sportello PrEP (per prenotazioni: prep@milanocheckpoint.it o inviare un messaggio a +39 328 2392565).
MER dalle 17 alle 21 Test rapido HIV e Sifilide (per prenotazioni: test@milanocheckpoint.it o inviare un messaggio a +39 329 7318562)
GIOV dalle 15 alle 20 Sportello PrEP (per prenotazioni: prep@milanocheckpoint.it o inviare un messaggio a +39 328 2392565) 

«In questi giorni in cui stiamo riorganizzando il nostro modo di abitare la città, muoverci, lavorare, incontrarci, accanto alle difficoltà stanno anche emergendo modelli nuovi e nuove occasioni di confronto. - sottolinea l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti - Il Check Point di Milano, che opera nelle zone della movida e che ha svolto un lavoro prezioso di prevenzione e di attenzione alla salute dei più giovani, si è incontrato con EMERGENCY e, grazie alla sua disponibilità, potrà evitare di prolungare l’interruzione del servizio. Non è solo un gesto di generosità, pur importante, ma anche il segno concreto di come, nella collaborazione, si possano trovare soluzioni inaspettate e generare nuove possibilità per il futuro, aprendo sentieri che fino ad ora non avevamo pensato. Anche questo è un modo di immaginare l’uscita dalla fase più dura e dolorosa della pandemia». 

Pietro Parrino, Direttore del Field Operations Department di EMERGENCY, aggiunge «Siamo contenti di poter accogliere un’esperienza così innovativa per Milano, in modo da poter garantire continuità al loro lavoro anche in attesa della riapertura della loro sede abituale. Nonostante il momento così complicato, la lotta per contrastare la diffusione del virus HIV e dell’AIDS deve rimanere una delle priorità della salute pubblica».

«Non posso che ringraziare l'Assessore Rabaiotti e la dirigenza di EMERGENCY per il rapido sostegno che ci hanno dato per riprendere le nostre attività. Ringrazio anche i volontari che ci permettono di portare avanti un servizio importante per la lotta contro HIV e stigma. Nei momenti difficili si vede chi veramente vuole lottare». Conclude Massimo Cernuschi, Presidente del Milano Check Point. 

Nel 2018 le associazioni ANLAIDS Sezione Lombarda, ASA Milano Onlus, CIG - Arcigay Milano Onlus, Fondazione LILA Milano Onlus e Nps Italia Onlus si uniscono per realizzare un sogno comune: dare alla città di Milano uno spazio gestito dalla comunità che diventasse riferimento per la salute sessuale delle Cittadine e dei Cittadini. 
Il 5 febbraio 2019, grazie anche al sostegno del Comune di Milano, di Simit Lombardia e di Fast Track Cities - Milano ferma l’AIDS -, apre Milano Check Point presso “Casa dei Diritti”, e in poco tempo diventa la casa per la salute sessuale di Milano, dove rivolgersi per fare il test dell’HIV o intraprendere un percorso di PrEP-profilassi pre esposizione- da HIV.
Un posto sicuro, privo di discriminazioni e giudizi, extra-ospedaliero e con un’offerta d’eccellenza, grazie alla collaborazione di operatori alla pari, psicologhe e medici volontari. 

Il primo anno di attività ha portato risultati straordinari, quali 1500 test per HIV e Sifilide eseguiti, 180 utenti seguiti per la PrEP, e la creazione vera di uno spazio sicuro e di riferimento per tutta la Città, diventando così il primo centro italiano per numero di utenti PrEP. 

In questo momento complicato, dopo la chiusura forzata a causa dell’emergenza pandemica del nuovo coronavirus, sarebbe stato impossibile riaprire presso “Casa dei Diritti” rispettando la normativa vigente in materia di contenimento e proteggendo la salute degli utenti e degli operatori. Pertanto, grazie all’impegno e alla visione collaborativa dell’Assessore alle Politiche Sociali e Abitative Gabriele Rabaiotti, Milano Check Point ha cambiato casa.

Adesso insieme è di nuovo possibile sconfiggere il virus dell’HIV, e abbattere lo stigma! 




Lasciare un commento