lunedì 4 aprile - Alberto SIGONA

Le leggende del Nuoto

GRANT HACKETT (AUSTRALIA; 1980)

Celebre nuotatore anni Duemila, in grado come nessuno mai di svettare dai 400 ai 1500 stile libero. È stato il primo a vincere 400, 800 e 1500 in un solo Mondiale (2005). È sinora l’unico ad esser riuscito a vincere i 1500 sl in quattro Mondiali consecutivi. Detiene il record di successi iridati fra 800 e 1500 stile libero, specialità in cui è stato il più grande di ogni epoca. Sino all'avvento del cinese Sun Yang, nello stile libero era il più medagliato di tutti i tempi. Con 14'34"56 ha mantenuto per 10 anni il miglior tempo nei 1500 sl. In totale ai Mondiali vanta 10 Ori, 6 Argenti e 3 Bronzi; ai Giochi 3-3-1. Famosa la sua rivalità con I. Thorpe.

 

Palmarès

  • Olimpiadi (IND: 2-2-0)

Sydney 2000: oro nei 1500 m sl.

Atene 2004: oro nei 1500 m sl, argento nei 400 m sl e nella staffetta 4x200 m sl.

Pechino 2008: argento nei 1500 m sl e bronzo nella staffetta 4x200 m sl.

  • Mondiali (IND: 7-5-1)

1998 - Perth: oro nei 1500 m sl e nella staffetta 4x200 m sl, argento nei 400 m sl.

2001 - Fukuoka: oro nei 1500 m sl e nella staffetta 4x200 m sl, argento nei 400 m sl e 800 m sl.

2003 - Barcellona: oro negli 800 m sl, 1500 m sl e nella staffetta 4x200 m sl, argento nei 400 m sl e bronzo nei 200 m sl.

2005 - Montreal: oro nei 400 m, 800 m e 1500 m sl, argento nei 200 m sl e bronzo nella staffetta 4x200 m sl.

2007 - Melbourne: argento nei 400 m sl.

 

RYAN LOCHTE, USA (1984)

E' da ritenersi, dopo Phelps e Spitz, il più grande nuotatore all time, nonché uno dei più poliedrici di sempre (eccelleva nello stile libero, nel dorso e nei misti). Per numero di vittorie iridate è secondo soltanto al suo connazionale M. Phelps, con il quale, nell'arco della carriera, ha dato vita a numerosi “duelli”, uscendone quasi sempre da perdente. Ai Giochi Olimpici si è fregiato, a livello individuale, di 2 Ori, 2 Argenti e 3 Bronzi mentre ai Mondiali vanta, escludendo le staffette, 10-3-3. In totale si è fregiato, ai Giochi: 6-3-3; ai Mondiali: 18-5-4.

Palmarès

  • Olimpiadi (IND: 2-2-3)

Atene 2004: oro nella 4x200m sl e argento nei 200m misti.

Pechino 2008: oro nei 200m dorso e nella 4x200m sl e bronzo nei 200m misti e nei 400m misti.

Londra 2012: oro nei 400m misti e nella 4x200m sl, argento nei 200m misti e nella 4x100m sl e bronzo nei 200m dorso.

Rio de Janeiro 2016: oro nella 4x200m sl.

  • Mondiali (IND: 10-3-3)

Montréal 2005: oro nella 4x200m sl, bronzo nei 200m dorso e nei 200m misti.

Melbourne 2007: oro nei 200m dorso e nella 4x200m sl, argento nei 100m dorso, nei 200m misti e nei 400m misti.

Roma 2009: oro nei 200m misti, nei 400m misti, nella 4x100m sl e nella 4x200m sl e bronzo nei 200m dorso.

Shanghai 2011: oro nei 200m sl, nei 200m dorso, nei 200m misti, nei 400m misti e nella 4x200m sl e bronzo nella 4x100 sl.

Barcellona 2013: oro nei 200m dorso, nei 200m misti e nella 4x200m sl e argento nella 4x100m sl.

Kazan' 2015: oro nei 200m misti, nella 4x100m misti e nella 4x100m sl mista e argento nella 4x200m sl.

 

MICHAEL PHELPS, USA (1985) NUOTO

[Scheda pubblicata su Agoravox nella rubrica GLI DEI DELLO SPORT ]

Michael Phelps è stato un autentico extraterrestre delle piscine e dello sport in generale, la cui fama rimarrà intatta nei secoli e nei millenni a venire. Le sue capacità hanno sfidato tutte le possibilità umane anche le più insospettabili, andando a travalicare gli argini della logica. Phelps non è stato soltanto un grandissimo nuotatore capace di riscrivere il libro dei record. Lui è stato un’entità sovrannaturale in grado di violare ogni cosa. Poliedrico come nessuno, il gigante americano ha palesato un’eccellenza fantascientifica, facendo apparire al suo confronto piccoli persino dei della vasca come Spitz o Thorpe, quasi come Gulliver a Lilliput. Per comprendere la sua grandezza basta spulciare il suo palmares, basta leggere dei 6 Ori in una sola Olimpiade, ad Atene 2004 - in cui lo Squalo di Baltimora sfiorò il record dell’indimenticabile Mark Spitz, che a Monaco aveva fatto sue 7 gare - e gli 8 Ori di Pechino 2008, in cui superò davvero ogni limite: già solo il pensare di partecipare ad 8 gare rappresentava un qualcosa di insopportabile per qualsiasi fisico, un’impresa a prescindere dal risultato. Figurarsi vincerle. Phelps vinse, svettando in tutti gli stili meno la rana ed il dorso, sempre stabilendo il record del Mondo (in carriera sono stati una quarantina...), come era sua abitudine, a parte i 100 Farfalla, in cui conquistò (per un centesimo) il gradino più alto del podio grazie ad una incredibile rimonta nei metri finali. Poi a Londra 2012 sarebbero arrivati altri 4 Ori (nessun nuotatore prima di lui era riuscito a vincere in più di 2 Olimpiadi di seguito), così, tanto per gradire. Il totale degli Ori sarebbe perciò arrivato ad ammontare a 18 (11 individuali), quota che gli consentì di doppiare Spitz e compagnia, fermi da decenni a quota 9, per un record che lo Squalo ha semplicemente sbriciolato. Così, tanto per ribadire. Dopo i Giochi di Londra 2012 lo Squalo si ritirò dall'attività agonistica, per poi tornare 3 anni dopo e vincere altri 5 Ori (2 individuali) olimpici (centrando il 4° Titolo di seguito nei 200 misti: in assoluto solo A. Oerter e C. Lewis hanno vinto in 4 Olimpiadi nella stessa specialità), toccando la megagalattica quota di 23 Ori (3 Argenti e 2 Bronzi), di cui 13 individuali (2 Arg ed 1 Bro). Così, tanto per stupire. Anche ai Mondiali il suo bottino è cospicuo, pardòn, gigantesco: a livello individuale si è fregiato di ben 15 Ori e 5 Argenti, per un totale inarrivabile di 26 Titoli (6 argenti ed 1 Bronzo). A mio modesto parere, fra gli sport individuali, lo si può ritenere il più grande sportivo di sempre.

Palmarès

  • Giochi olimpici (IND: 13-2-1)

Sydney 2000:

Atene 2004: oro nei 100m e 200m farfalla, 200m e 400m misti e nelle staffette 4x200m sl e 4x100m misti; bronzo nei 200m stile libero e nella staffetta 4x100m sl.

Pechino 2008: oro nei 100m e 200m farfalla, 200m stile libero, 200m e 400m misti e nelle staffette 4x100m sl, 4x200m sl e 4x100m misti.

Londra 2012: oro nei 100m farfalla, nei 200m misti, nelle staffette 4x200m sl e 4x100m misti; argento nei 200m farfalla e nella staffetta 4x100m sl.

Rio 2016: oro nei 200m farfalla, nei 200 misti, nelle staffette 4x100m sl, 4x200m sl e 4x100m misti; argento nei 100 m farfalla

  • Mondiali (IND: 15-5-0)

2001 - Fukuoka: oro nei 200m farfalla.

2003 - Barcellona: oro nei 200m farfalla, 200m e 400m misti e nella staffetta 4x100m misti, argento nei 100m farfalla e nella staffetta 4x200m sl.

2005 - Montréal: oro nei 200m stile libero, 200m misti e nelle staffette 4x100m sl, 4x200m sl e 4x100m misti, argento nei 100m farfalla.

2007 - Melbourne: oro nei 100m e 200m farfalla, 200m stile libero, 200m e 400m misti e nelle staffette 4x100m sl, 4x200m sl

2009 - Roma: oro nei 100m e 200m farfalla e nelle staffette 4x100m sl, 4x200m sl e 4x100m misti, argento nei 200m stile libero.

2011 - Shanghai: oro nei 100m e 200m farfalla e nelle staffette 4x200m sl e 4x100 misti, argento nei 200m stile libero e nei 200m misti, bronzo nella staffetta 4x100m sl.

 

ALEXANDER POPOV (URSS/RUSSIA; 1971)

È stato il più grande nuotatore degli anni Novanta, in grado di eccellere nei 50 sl e nella doppia vasca, in cui probabilmente è stato il più grande di sempre. Individualmente vanta in primis 4 Titoli Olimpici - equamente divisi fra i Giochi di Barcellona ed Atlanta – e 5 Ori iridati conquistati fra il 1994 ed il 2003 (in tre edizioni dei Campionati del Mondo). Il 18 febbraio 2008 stabilì il record mondiale sui 50 m stile libero, uno dei più duraturi della storia, durato quasi 8 anni, battuto poi dall'australiano Eamon Sullivan. Fra i nuotatori più famosi è stato il più longevo, nonché il più vecchio a vincere un Mondiale, visto che a Barcellona 2003 (quando fece tris di vittorie) aveva 32 anni, un’età che nel nuoto sino a pochi anni fa era considerata inarrivabile. Si ricorda che poco dopo le Olimpiadi americane Popov fu pugnalato all'addome nel corso di una lite con tre venditori ambulanti a Mosca; il coltello recise un'arteria, colpì di striscio un rene e danneggiò la pleura, la membrana che avvolge i polmoni: Popov fu operato d'urgenza, e dovette fare riabilitazione per tre mesi. Nemmeno un anno dopo si presentò ai Campionati Europei del 1997 e riuscì a difendere il titolo sia nei 50 m che nei 100 m stile libero. "Il mio spirito non è stato ferito, il mio cervello non è stato ferito, solo il mio corpo", fu il suo commento. A livello continentale, individualmente vanta 10 Titoli (21 comprendendo le staffette. ). A mio parere è stato il più grande nuotatore d'Europa.

 

Palmarès

  • Olimpiadi (IND: 4-1-0)

Barcellona 1992: oro nei 50 m sl, 100 m sl e argento nelle staffette 4x100 m sl e 4x100 m misti.

Atlanta 1996: oro nei 50 m sl, 100 m sl e argento nelle staffette 4x100 m sl e 4x100 m misti.

Sydney 2000: argento nei 100 m sl

  • Mondiali (IND: 5-1-0)

1994 - Roma: oro nei 50 m e 100 m sl, argento nelle staffette 4x100 m sl e 4x100 m misti.

1998 - Perth: oro nei 100 m sl, argento nei 50 m sl e bronzo nella staffetta 4x100 m sl.

2003 - Barcellona: oro nei 50 msl, 100 m sl e nella staffetta 4x100 m sl, argento nella staffetta 4x100 m misti.

 

MARK SPITZ (USA; 1950)

[Scheda pubblicata su Agoravox nella rubrica GLI DEI DELLO SPORT ]

È ritenuto dalla critica uno dei più forti nuotatori di ogni era, se non addirittura il più grande. Alle Olimpiadi “insanguinate” di Monaco ’72 vinse ben 7 medaglie d'Oro (100 m e 200 m stile libero, 100 m e 200 m farfalla, 4 x 100 m e 4x200 m stile libero, e infine 4 x 100 m mista), stabilendo in ogni gara il record del Mondo, per quella che all’epoca fu considerata, non a torto, un'impresa straordinaria, al limite delle possibilità umane. Il record, a lungo ritenuto imbattibile, in verità sarebbe stato poi infranto dal “marziano” Michael Phelps alle Olimpiadi di Pechino 2008 (8 Ori). Comprese le staffette di Città del Messico 1968, vanta 9 Ori a cinque cerchi (1 Arg ed 1 Bro), record superato “recentemente” proprio da Phelps. Si è ritirato a soli 22 anni. Ai suoi tempi non esistevano i Mondiali. Poliedrico come pochissimi, personalmente lo considero il più grande della storia dopo Phelps, davanti a R. Lochte, Sun Yang (al netto del doping), I. Thorpe ed A. Popov. Fra gli atleti olimpici lo pongo al 5° posto dopo M. Phelps, C. Lewis, U. Bolt ed E. Zatopek, davanti a P. Nurmi, N. Nadi e N. Andrianov.

 

Palmarès

  • Olimpiadi

Città del Messico 1968: oro nelle staffette 4x100 m e 4x200 m sl, argento nei 100 m farfalla e bronzo nei 100 m sl.

Monaco di Baviera 1972: oro nei 100 m e 200 m sl, 100 m e 200 m farfalla e nelle staffette 4x100 m sl, 4x200 m sl e 4x100 m misti.

 

IAN THORPE (AUSTRALIA; 1982)

È stato un autentico fenomeno della vasca, in grado di svettare dai 200 s.l. e agli 800 s.l.. Si è fregiato in primis di 3 Olimpiadi individuali (1 Arg ed 1 Bro) e 6 Titoli iridati individuali (1 Arg ed 1 Bro). Comprendendo le staffette il suo bottino sale rispettivamente a 5-3-1 e 11-1-1, per un totale di allori da farne fra i pluridecorati di tutti i tempi. E' stato il primo nuotatore a vincere 6 Ori in un solo Mondiale (200, 400, 800 e staffette) ed il più giovane, all’età di 16 anni, a conquistare l’Oro in una gara individuale (nei 400). Nell’arco della sua carriera (si ritirò nel 2006) infranse tantissimi record mondiali (13), di cui uno sui 400m stile libero, registrato nel 2002, è resistito fino al 2009. Protagonista di duelli epici inscenati con mostri sacri del calibro di Phelps, van den Hoogenband, Hackett e...mettiamoci pure il nostro Rosolino (in quello che fu un periodo irripetbile per il nuoto), Thorpe era noto per la capacità di incrementare notevolmente nelle fasi finali della corsa la gambata, la cui efficacia fu attribuita alle anomale dimensioni del piede (un 51 come misura delle scarpe). Ritiratosi a 24 anni, tempo dopo, il 12 luglio del 2014 durante un'intervista rilasciata a Michael Parkinson sulla rete australiana Channel 10 ha dichiarato di essere omosessuale. E' stato l'ultimo grande nuotatore dell'epoca “mordi e fuggi”, in cui una carriera durava decisamente poco.

 

PIETER VAN DEN HOOGENBAND (OLANDA; 1978)

E’ annoverabile fra i più forti nuotatori della storia, di sicuro il più forte che sia mai nato in Europa dopo Alexander Popov. Le sue specialità erano i 50, 100 e 200 sl, ed in carriera ha dovuto confrontarsi con gente del calibro dello stesso Popov, di super Phelps o dell’australiano Thorpe (per tacere di Rosolino). Ragion per cui non è mai riuscito a vincere l’Oro ai Mondiali, medaglia vinta invece 3 volte alle Olimpiadi. Per 8 anni ha detenuto il record mondiale dei 100 sl con il tempo di 47"84. A livello individuale vanta: ai Giochi 3 Ori, 1 Argento ed 1 Bronzo; ai Mondiali 6 Argenti e 2 Bronzi. È stato 7 volte campione continentale (10 se comprendiamo le staffette).

 

Palmarès

  • Giochi olimpici (IND: 3-1-1)

Sydney 2000: oro nei 100 m e 200 m sl, bronzo nei 50 m sl e nella staffetta 4x200 m sl.

Atene 2004: oro nei 100 m sl, argento nei 200 m sl e nella staffetta 4x100 m sl.

  • Mondiali (IND: 0-6-2)

1998 - Perth: argento nella staffetta 4x200 m sl, bronzo nei 200 m sl.

2001 - Fukuoka: argento nei 50 m, 100 m e 200 m sl e nella staffetta 4x100 m sl.

2003 - Barcellona: argento nei 100 m e 200 m sl, bronzo nei 50 m sl.

2007 - Melbourne: argento nei 200 m sl.

 

 

 

 

 

 




Lasciare un commento