giovedì 25 maggio - Doriana Goracci

Laura Biagiotti, Noi Donne

“Per la sua inesauribile attività come creatrice di moda, promotrice dello stile e dell’eleganza italiana nel mondo e come imprenditrice di successo”.

 Era luglio del 2013 quando con questa motivazione la stilista Laura Biagiotti ricevette il Premio “Ratto delle Sabine” nella sua quarta edizione. Le motivazioni mi sembrano assolutamente valide lo stesso, per ricordarla.

Il 4 agosto è il suo compleanno, nata nel 1943. Per tante donne giovani e non più giovani signore, è stato un sogno indossare i suoi abiti e profumarsi con la sua linea di essenze, non era una stilista dai prezzi folli e da una linea "importabile", sapeva come valorizzare la femminilità, che tanti scordano a casa, o meglio nelle loro maison.

Era giovanissima, quando firmò la sua collezione di prêt-à-porter per Schuberth nel 1966.Nel 2002, per i suoi 30 anni di carriera, le Poste italiane, emisero un francobollo dedicato alla stilista del valore di 0,41 euro.

Ha dichiarato in una intervista del 2014: «Trovo che sia molto elegante restituire sostegno e disponibilità agli artisti soprattutto del passato, che hanno contribuito a creare il mito del nostro Paese quale grande culla universale del bello, promuovendo esposizioni, mostre e quant'altro serva a far conoscere alle giovani generazioni di quale immenso patrimonio dispongono...Arte e moda hanno molti territori comuni perché la bellezza è artigianale, frutto d'ingegno e manualità. Sono convinta che l'arte acceleri l'immaginazione non solo di uno stilista, ma di qualunque mente aperta e curiosa».

E così si aggiunsero ai vestiti, i corredi per la casa, i foulard, le borse, i profumi, gli orologi, le scarpe...La figlia Lavinia aveva messo per la festa della mamma una foto con scritto Noi su Twitter e Facebook, ed erano sempre insieme a sfilare alla fine di una presentazione.

Come non dire che trovavo confortanti i suoi chili in più, lei che indossava disinvolta lo stesso tutti quei colori chiari, come la crema di un delizioso gelato?

Faccio volare il mio grazie a questa donna infaticabile, in movimento come le sue stoffe intorno ai corpi di innumerevoli altre donne nel mondo, ci ha fatto in ogni caso lavorare, sognare e camminare nella bellezza, una grande bellezza.

Doriana Goracci

 




Lasciare un commento