mercoledì 5 gennaio - Attilio Runello

La strage dei pulcini

La carne di pollo e le uova sono sempre presenti nei supermercati.

Tuttavia pochi sanno che decine di milioni di pulcini ogni anno in Italia vengono soppressi e spesso in modo crudele.

Avviene semplicemente perché le tecniche di allevamento hanno portato a selezionare alcuni tipi di galline che sono più grasse e producono più uova.

Le galline ovaiole producono sino a trecento uova all'anno. Le uova poi vengono covate dentro dei particolari apparecchi e quando nascono i pulcini i maschi vengono eliminati. Non producono uova e se crescono non hanno la stessa carne della gallina. Non che non si possano mangiare, ma conviene di più allevare le galline.

In Germania si vuole presto mettere fine a questa strage e ci sono norme che presto entreranno in vigore.

Anche nella vicina Svizzera si è creata una sensibilità su questo argomento e le due principali catene di supermercati Coop e Migros vanno in questa direzione.

In Italia dove pure esiste tanta sensibilità nei confronti della caccia - che alcuni vorrebbero abolire - oppure a favore dei cuccioli di animali da pelliccia, della strage di pulcini praticamente non si parla.

(foto da wikicommons)

 




Lasciare un commento