lunedì 4 luglio - Doriana Goracci

La schiavitù esiste ancora?

La schiavitù e il traffico di donne e uomini e bambini continua secondo voi il suo dannato percorso?

E' il 2 luglio del 1839, quando a 30 km. al largo delle coste di Cuba, 53 schiavi africani ribelli, guidati da Sengbe Pieh (Joseph Cinque), prendono il controllo della nave negriera Amistad.
Nel giugno del 1839 giunsero all'Avana circa 500-700 schiavi catturati in Sierra Leone. Il 26 giugno furono quindi imbarcati sulla Amistad, capitanata da Ramón Ferrer, 53 schiavi mendi (49 maschi adulti acquistati da José Ruiz, e quattro bambini, di cui tre femmine e un maschio, questi ultimi acquistati da Pedro Montes ma giunti con un'altra nave). La destinazione del viaggio era il porto di Guanaja, piccola cittadina della costa centro-settentrionale oggi parte del comune di Esmeralda, nell'allora provincia di Puerto Principe, odierna Camagüey, per destinare gli schiavi comprati dagli spagnoli a lavorare nelle proprie piantagioni di zucchero...
Forse molti non sanno, come me per esempio fino a stamattina, di questo storico episodio per il quale è stato fatto un film,Amistad . E' un film statunitense del 1997, ed è il primo film DreamWorks diretto da Steven Spielberg. Ispirato al romanzo di Barbara Chase-Riboud. La rivolta della Amistad, ripercorre il caso giudiziario seguito all'ammutinamento, realmente avvenuto nel 1839, dei prigionieri africani stivati da commercianti schiavisti a bordo della nave Amistad.
 
Torno alla mia domanda nel titolo e riporto dei dati tratti da qui: "Ci sono più persone in stato di schiavitù oggi che in qualsiasi altro momento della storia. Nel 2017, le persone vittime della schiavitù moderna, in tutto il mondo, erano più di 40 milioni di persone. Di questi, 25 milioni erano costretti a lavoro forzato e 15 milioni a matrimoni forzati.La maggior parte dei moderni schiavi lavora in settori come agricoltura, pesca, artigianato, estrazione mineraria, servizi e lavori domestici: si tratta di circa 16 milioni di persone. Le vittime dei matrimoni precoci sono solo poco di meno: 15 milioni e 400mila, quasi tutte giovani donne, ragazze se non addirittura bambine. Le vittime dello sfruttamento sessuale sono quattro milioni e 800mila. Senza dimenticare i tanti, troppi bambini soldato.Secondo uno studio dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, la schiavitù moderna genera profitti annuali per oltre 150 miliardi di dollari americani. Quanto i profitti combinati delle quattro aziende più redditizie del mondo.I profitti derivanti dalla schiavitù moderna sono molto, molto più alti nei Paesi industrializzati che in ogni altra parte del mondo: 51 miliardi e 800 milioni di dollari americani all’anno in Asia e nei Paesi del Pacifico, e quasi 47 miliardi di dollari americani all’anno nei cosiddetti Paesi industrializzati."
 
La schiavitù moderna alloggia anche in Italia: " Il fenomeno del caporalato, lo sfruttamento a stampo mafioso di braccianti nei campi agricoli, è tristemente noto. Nonostante sia sanzionabile dal 2016, i numeri fanno impressione: sono 400.000 le persone colpite."
Siedo sulla schiena di un uomo, soffocandolo, costringendolo a portarmi. E intanto cerco di convincere me e gli altri che sono pieno di compassione per lui e manifesto il desidero di migliorare la sua sorte con ogni mezzo possibile. Tranne che scendere dalla sua schiena.” Lev Tolstoj
 

 

 

 

 
 




Lasciare un commento