venerdì 8 novembre - Yvan Rettore

L’odio è un insulto all’intelligenza

Non riesco proprio più a reggere coloro che preferiscono ricorrere ai luoghi comuni e all'ignoranza sul tema "immigrazione" piuttosto che informarsi in modo adeguato sulla questione e far funzionare il buon senso e la materia grigia.

 
Basterebbe cominciare col ricordare a lor signori che l'impossibilità di poter far arrivare immigrati come forza lavoro regolare in questo Paese è stata sancita dalla Legge Bossi Fini.
Poi è ovvio che tutti i governi che si sono alternati successivamente anziché risolvere la questione degli sbarchi (e soprattutto dell'accoglienza) l'hanno di fatto aggravata fino a giungere alla drammatica situazione attuale.
 
Detto questo sono veramente stufo di dover continuare a sentir pronunciare slogan artefatti e dischi rotti sull'argomento e di dover dare spazio a soggetti che non impiegano proprio alcun sforzo teso a riuscire a costruirsi una posizione ragionata e sensata sulla questione.
Per farlo è necessario partire da una conoscenza effettiva (quanto doverosa) dei fatti e sul buon senso.
 
Invece costoro si limitano a prendere per oro colato gli slogan del ducetto longobardo e di altri opportunisti politici che usano questo tema per costruire consensi fondati sull'odio del prossimo e del diverso anziché sulla ragione e la capacità di discernimento.
 
Infatti è più facile bere qualsiasi stupidaggine che ci viene propinata dai media televisivi e della carta stampata (ma sempre di più anche dalla rete ed in particolare dai social) standosene comodamente seduti dentro le quattro mura di casa, piuttosto che prendere un libro o una rivista autorevole in mano o sentire dai protagonisti come stanno davvero le cose. Sono questi gli strumenti efficaci che consentono di fornire una visione più completa ed esauriente del tema, tale da consentire ad ognuno di noi di avere poi una posizione costruita con la propria testa e non secondo gli schemi di un gregge di pecore.
 
Solo che questo esercizio richiede tempo e pazienza, ma è unicamente agendo in questo modo che il buon senso e l'intelligenza trovano un terreno fertile per esprimersi.
Altrimenti si lascia spazio all'odio che è un vero e proprio insulto all'intelligenza!
 
Yvan Rettore



Lasciare un commento