lunedì 31 agosto - Stranieriincampania

Jerusalema: la canzone di Master KG e Nomcebo in un raro dialetto sudafricano

Non c’è estate che si rispetti senza i tormentoni estivi, cioè quelle canzoni che ci restano in testa perché si ascoltano un po’ ovunque e che, alla fine, ci ritroviamo a canticchiare senza accorgercene. Quest’anno però sarà più difficile ricordarsi le parole del brano che sta facendo ballare i giovani di tutto il mondo.

La canzone in questione è Jerusalema del ventiquattrenne Master KG, producer e musicista di origini africane, realizzata in collaborazione con la cantante Nomcebo Zikode. La particolarità del brano sono proprio le parole in lingua venda, un dialetto africano parlato da solo 1,3 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante la “barriera linguistica”, i numeri sono davvero impressionanti: il video ufficiale ha registrato oltre 60 milioni di visualizzazioni, migliaia di video caricati su YouTube e TikTok con l’hashtag #jerusalema. Il singolo è arrivato in vetta su iTunes in Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Portogallo, è stato secondo in Francia, terzo in Svizzera e nella Top50 di diciannove Paesi, dal Sud Africa alla Spagna, dalla Germania alla Namibia.

Jerusalema nasce come canto gospel e rappresenta una preghiera che recita: “Gerusalemme è la mia casa, guidami, portami con te non lasciarmi qui. Il mio posto non è qui, il mio Regno non è qui, guidami, portami con te”. La canzone è uscita in sordina nel novembre 2019, per poi diventare estremamente popolare grazie al social TikTok.

La lingua venda rappresenta una variazione del dialetto bantu in uso principalmente in Sudafrica (dove è inserita tra le 11 lingue ufficiali) e Zimbabwe. Stando ai dati dell’ultimo censimento sudafricano del 2011, il venda è parlato dal 2,4% della popolazione, pari a 1.209.388 abitanti, concentrata nella provincia del Limpopo. La lingua è diffusa anche in Zimbabwe, dove è stato stimato che sia conosciuta da una fascia di popolazione compresa tra le 84mila e le 150mila unità (ultimi dati disponibili 1989). Il venda fa parte del gruppo S nella classificazione di Guthrie delle lingue bantu, come lo zulu o il xhosa. Una sua caratteristica è la mancanza di consonanti non polmonari (cosiddette clic o click), ossia quelle prodotte schioccando la lingua contro il palato o i denti. Questa particolarità favorisce le sonorità asciutte e ritmate alla base del successo della canzone di Master KG.

Una piccola curiosità è che il brano deve la sua popolarità al ballo che gli è stato associato dagli utenti di TikTok, che è poi diventato una challenge diffusa tra i più giovani e non solo. Infatti, la “competizione” ha coinvolto anche un battaglione della Marina militare italiana che si è esibito nella danza al termine di una cerimonia ufficiale, suscitando non poche polemiche.




Lasciare un commento