mercoledì 4 maggio - Alberto SIGONA

Intervista alla stella olandese Monique Sluyter

Divenuta famosa a livello continentale tra gli anni Ottanta e Novanta grazie alla sua partecipazione, in qualità di valletta, alle fortunate trasmissioni tv “Colpo grosso” e “Tutti frutti”, negli anni a venire la splendida “tulipana” si sarebbe imposta all'interesse del pubblico come modella prima e conduttrice televisiva poi, concentrando la sua attività prevalentemente in Olanda, riscuotendo un grande successo.

La tua carriera è iniziata in Italia. Perchè a soli 18 anni hai deciso di lasciare il tuo Paese nativo?

Quando avevo otto anni, di punto in bianco, dissi a mia madre: "Mamma, un giorno andrò in Italia, lavorerò per la tv, e poi sarò in tv in tutto il mondo". E quando avevo 18 anni, infatti, fui avvicinata da un talent scout in una discoteca nel nord dell'Olanda, a Heereveen. Ero tra il pubblico a guardare un concorso di bellezza. Senza trucco, perché mi piace la bellezza naturale. Quello scout mi parlò e mi disse: cerchiamo talenti per un programma televisivo italiano. Poco dopo avrei fatto il casting ad Amsterdam e dopo 2 mesi sarei andata in Italia. Ed è così che tutto è cominciato...

Come giudichi la tua esperienza lavorativa italiana?

Ottima. Lo staff con cui lavoravo era la mia famiglia, e tuttora ho contatti con molti amici che vivono in Italia. Seguo solo la mia passione e faccio le cose che mi piacciono. Qualche anno fa con Ruud Gullit parlai della mia vita in quel periodo, condividendo bei ricordi, perché era tutto come un film.

Tu sei stata ritratta in tantissime immagini, una più bella dell'altra: qual è stata la tua foto preferita?

Una delle mie foto preferite è stata la mia prima foto pubblicata. Era una foto realizzata dal fotografo d'arte olandese Erwin Olaf. Mi ha fatto posare per il suo libro “Chessmen”. Anni dopo diverrà anche il mio fotografo per “Playboy Holland”. Adesso fa i ritratti dei nostri Royals e sono orgogliosa che abbia fatto la mia prima foto, con un elmo da guerriero di metallo in testa, ed il resto in topless.

Della tua lunga carriera di modella, qual è stato il ricordo più bello, il momento più importante della tua vita professionale?

Erano gli anni Novanta, feci delle riprese con il fotografo americano Arny Freitag che mi fotografò per la rivista americana “Playboy”. Entertainment Tonight su CBS trasmise il tutto e disse: “Monique Sluyter: è nata una star!”... Fu fantastico! E, naturalmente, il mio successo musicale del 1991 'I Want Your Body', che diventò anche disco d'oro, per poi diventare in seguito la colonna sonora per il film “True Romance” di Quentin Tarantino! Quando questa canzone entrò nelle classifiche giapponesi, ero persino sopra Madonna con il suo album “Erotica”! Fortunatamente non vivo solo di ricordi. Sinora Penso che sia meraviglioso e divertente quando vengo avvicinata da turisti tedeschi o italiani ad Amsterdam o in altre parti del Mondo, per farsi una foto con me. Perché “Tutti Frutti” fu trasmesso in 35 Paesi e in alcuni paesi sono ancora oggi in TV! Ai miei tempi, gli spettacoli erano ancora innocenti, femminili e puri. E soprattutto ben fatti. Poi le cose sarebbero cambiate in peggio...

Naturalmente tu sei nota per la tua bellezza superlativa, che ha fatto sognare milioni di persone in tutto il Mondo: come hai fatto a mantenerti in splendida forma per così tanti anni?

Mangio consapevolmente. Zucchero, grasso e sale sono veleno per il corpo. Sono tre cose che evito. Preferisco non mangiare troppo... E inizio sempre la giornata con la meditazione e lo yoga, che mi aiuta ad essere una persona serena, equilibrata e felice.

Hai anche recitato in alcuni film: è più bello cantare, recitare o posare davanti ad un fotografo?

Trovo che sia più soddisfacente recitare. È bellissimo essere sul set, con tutti gli oggetti di scena, il palco e la troupe...

Oggi di cosa ti occupi?

Oggi seleziono attori e attrici per le registrazioni del thriller olandese “Faithfully Yours” ed un film per il cinema per la compagnia “Dutch Film Works”. E ho appena fatto un casting su Zoom per una famosa soap opera americana, non posso ancora dire il nome.

Hai altre passioni oltre al lavoro?

Scrivo e dipingo...

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Sono una minimalista. Quindi preferisco una vita semplice. Ho intenzione di viaggiare di più quest'anno. Mi vedo con i miei amici sulla costa godendomi la vita. Ora vivo ad Amsterdam: è anche bello, ma mi manca sentire le onde ed essere nella natura. Mi vedo in un paesino, a mangiare sardine con gli amici, o a degustare vini da qualche parte... La mia è una vita guidata dall'intuizione, come la vivo dal giorno in cui sono nata. Il mio lavoro mi viene naturalmente, senza programmazione....

Ti ringraziamo di cuore Monique, sei stata gentilissima. Complimenti per la tua splendida carriera e naturalmente per la tua intramontabile bellezza.

Si ringrazia Kris Dewitte per la foto.




Lasciare un commento