mercoledì 18 maggio - Alberto SIGONA

Intervista alla famosa modella italo-olandese Luna Voce

Ciao Luna. Innanzitutto ti ringrazio per aver accettato di concederti ai nostri "microfoni". Per iniziare ti chiedo: ci racconti come è iniziata la tua splendida carriera di modella?

Anni fa c'era una pubblicità in tv per "Intimissimi" che mostrava una famosa modella mora. Diversa gente continuava a chiedermi: "Ma sei la modella della pubblicità?": pensavo avessero bisogno dell'oculista... [ride] Ma quando su un volantino di un marchio simile, vidi l'annuncio di un concorso per diventare la loro modella, decisi di iscrivermi, più che altro per scherzo, per fare la sorpresa ai miei amici nel caso fossi riuscita a finire nel catalogo...
Quindi partecipai alla selezione online, in cui potevi richiedere i voti agli amici, ma io non mi avvalsi di questa possibilità per non disturbare nessuno. C'era anche la giuria tecnica e loro mi selezionarono. Le 150 selezionate dovettero quindi andare a Milano, per fare la selezione finale nella sede dell'agenzia "Elite": io arrivai seconda. Alla prima classificata avrebbero dovuto offrire anche il contratto d'esclusiva con l'agenzia, tuttavia essa volle offrire il contratto anche a me. “Yamamay” si dimenticò di farci fare le foto per il catalogo, ed a me tuttora dispiace tanto, però mi ritrovai all'improvviso ad essere una modella professionista di una delle agenzie più famose del mondo!

Come furono i primi tempi a Milano?
I primi tempi a Milano mi sentivo molto spaesata, sola e insicura. Mi sentivo molto inferiore alle altre modelle della mia agenzia, una sorta di modella di riserva, "in panchina", e dovevo imparare ancora tutto... Poi ho cambiato agenzia, e sono andata con la “Major” che già mi voleva da un po', dove i miei agenti Mariano Fabrizi, Viviane, Elisa, Valentina e Giorgio erano bravissimi, e credevano tanto in me. L'atmosfera in quell'agenzia era molto allegra, e la sede era bellissima, praticamente sembrava un piccolo castello. Ricordo che spesso i miei agenti addirittura mi chiamavano la mattina per vedere se fossi sveglia e se andassi in palestra (in modo carino, non stressante: a loro non piacciono le modelle troppo magre): mi facevano sentire importante. Gli sono tuttora molto grata.

Quali sono stati i tuoi momenti più belli della tua professione?

I momenti più belli sono quando l'agenzia dice "Luna, ti hanno presa per un lavoro grande!". Fare la modella è come giocare alla lotteria. Speri sempre, fai casting ogni giorno, e poi se l'agenzia ti dice questo, ti senti felice. Non abbiamo lo stipendio mensile, perciò è abbastanza importante che tra tutte le migliaia di modelle a Milano, tu venga scelta almeno per più o meno 4 servizi fotografici al mese. Mi è piaciuto tanto quando mi ha scelto "Guess" per la sfilata. E fare le foto in azienda per Gucci. E lavorare per Diesel, per Tommy Hilfiger, Calvin Klein, Miluna, Pucci ecc...
In realtà forse i momenti più belli sono le cose che accadono fuori dal lavoro. Mi è piaciuto tanto andare sul red carpet al Festival del Cinema di Venezia. E ad un ballo delle debuttanti. E quando sono stata ospite in giuria ad un concorso di bellezza in Egitto. E mi è piaciuto tanto trasferirmi a Miami Beach, abitandovi e lavorandovi per ben due anni.

Cosa hai dovuto sacrificare per affermarti nel pianeta della moda?

Al Liceo non ho avuto una vita molto socievole, ma quando stavo all'Università, abitavo in un palazzo con praticamente solamente coetanei, eravamo tutti amici, era uno dei periodi più belli della mia vita. Sacrificare questo per andare già a lavorare, non è stato facile. Ma sarebbe stato difficile anche continuare la vita come prima... Perché poi avrei avuto sempre il pensiero: "Ma chissà cosa sarebbe successo se fossi andata a fare la modella a Milano?". Perciò sono andata.
Ho perso anche tanto tempo, probabilmente anni, lavorando per agenzie e gente che mi hanno ingannato e che non mi hanno pagata. I soldi si possono riguadagnare, ma il tempo mai: è la cosa peggiore che ti possono rubare.

Se non avessi avuto successo in quel campo, oggi chi sarebbe Luna Voce?

Mi sarei laureata, forse avrei fatto anche l'Accademia di Belle Arti. E avrei fatto qualcosa per la tutela dell'ambiente.

Ti piacerebbe lavorare in futuro nel mondo del cinema? Il fascino non ti manca, ed il talento per la recitazione?

In passato ho fatto la comparsa in due episodi della serie “Ballers” con The Rock (Dwayne Johnson), quando lavoravo come modella negli Stati Uniti. Non so se ho talento, ma lavorare con le crew cinematografiche mi piace.

Quali sono le tue passioni, a parte il lavoro?

Fare la modella è il mio lavoro, ma la mia passione è fare la miss. Quel mondo mi piace veramente tanto, perché è come uno sport e ti fa lavorare molto su te stessa e ti fa crescere e migliorare come persona. Per il resto...amo la lettura, mi piacciono le biblioteche e le librerie.

Che tipo sei nella vita privata?

Totalmente diversa. Non mi trucco e non mi interessa molto come mi vesto. Non amo apparire più di tanto...
Sinceramente non so bene chi sono ora, perché mi sono sforzata tanto per cercare di avere un carattere più consono al mio lavoro, perdendo in buona parte il mio carattere originale. Prima ero molto introversa, perciò ho dovuto “recitare” molto per vincere ai concorsi di bellezza e ai casting, perché lì non credo che piaccia la gente come me.

Qual è il segreto della tua maestosa bellezza?

La mia è una bellezza naturale. Come ti dicevo, non amo truccarmi molto. Per apparire più bella mi limito a dei trucchetti tipo: con il fondotinta più scuro e più chiaro per far sembrare il naso più fine, o la linea più scura sotto le labbra, per farle sembrare più grandi ecc... Per le ciglia compro ogni tanto un siero che li fa crescere un po più lunghe. Poi per il viso uso sempre delle creme la mattina e la sera. Stiro i capelli, perché con i capelli ricci mi sento veramente insicura. Forse fare la cheratina ai capelli è il mio unico vero segreto di bellezza. Per il resto vivo in modo abbastanza salutare, non bevo alcolici e non fumo. Compro ogni tanto gli integratori di collagene e di vitamine.
Faccio le docce fredde-calde per la circolazione. E cerco di andare a dormire prima di mezzanotte. Inoltre evito lo stress.

Pratichi sport?

In passato andavo sempre in bici ed a cavallo: questo aiuta i muscoli delle gambe. Cammino tanto, ma non faccio jogging, perché a Biologia ho imparato che questo fa invecchiare il viso.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Tornerò a Milano per lavorare ancora con la mia agenzia e cercare di finire una canzone. Vorrei anche creare un canale Youtube.
E forse un web shop e trasferirmi in un'altra Nazione. Se volete potete seguire tutto sul mio nuovo Instagram @lunaisabellavoce

 

Grazie mille Luna, sei stata molto gentile! Ti auguro il meglio, oggi, domani, sempre!




Lasciare un commento