martedì 9 agosto - Alberto SIGONA

Intervista alla cantante polacca Karolina Lizer

Intervista alla giovane promessa della musica polacca Karolina Lizer:"La Natura è la mia musa ispiratrice"

La tua carriera è stata costellata di svariati successi quale ritieni sia stato il momento più alto della tua vita artistica?

Penso che sia stato il mio primo festival a cui ho partecipato. Era un concorso di poesie composte da Piotra Skrzyneckiego, il fondatore del culto “Piwnicy pod Baranami”, uno dei più importanti quando si parla della canzone polacca. È stata la mia prima gara e vi ho vinto subito il Gran Premio. È stata una grande gioia ed una grande iniezione di fiducia inerente al mio talento, e di sicuro mi ha dato una grande motivazione per continuare. L'uscita del mio primo album è stato anche un momento molto importante della mia vita, a cui unisco i miei più grandi successi. Naturalmente, un grande risultato è stato anche la recente performance nella preselezione per l'Eurovision, grazie alla quale molte persone da tutta Europa hanno potuto conoscermi.

Qual è stata la canzone più bella che hai interpretato?

Mi piacciono tutte le mie canzoni, sarebbe difficile per me selezionarne una in particolare...Forse potrei scegliere il brano “Lśniąca”, che ho scelto come singolo per promuovere il mio album, e penso che sia unica nel suo genere.

Ci parli del tuo album?

Il mio album si chiama Lśniąca (Splendente). La musica di questo album è quella che sgorga direttamente dalla mia anima, ed incarna cioè le melodie dei campi e dei prati, della campagna. Sono una ragazza fortemente legata alla natura, e l'osservazione della natura è probabilmente la mia più grande ispirazione, mi rilassa... e non posso vivere senza correre a piedi nudi nei prati, cantare nei campi e nuotare nel lago.

Quindi la natura ispira la tua musica? E poi?

Come ho già detto, la mia musa ispiratrice per me è la natura e l'osservazione del mondo circostante. Tuttavia, mi piace anche ascoltare molta musica, che mi possa avvicinare alle melodie popolari di tutto il mondo, traendo ispirazione per creare nuova musica, testi, idee per gli spettacoli, video musicali...

Cosa c'è nella tua vita privata oltre al tuo lavoro?

Per quanto riguarda la mia vita privata, sono una studentessa di veterinaria. Amo tutto ciò che riguarda gli animali, ho anche cavalli che “guido”. Spero che il palcoscenico rimanga per sempre il mio lavoro, e che i miei studi rimangano un ripiego...

Quali sono i tuoi hobby principali?

Penso che il mio hobby principale sia suonare gli strumenti, in particolare il clavicembalo. Amo questo strumento e la musica barocca, le influenze dei compositori di quest'epoca possono essere ascoltate nelle mie canzoni e nei testi che canto.

Quali sono i tuoi pregi ed i tuoi peggiori difetti?

Sono sicuramente una persona molto laboriosa, ho una grande motivazione a fare quello che faccio e cerco sempre di raggiungere il mio obiettivo. Quando si tratta di difetti, sono una maniaca del lavoro musicale e a volte mi perdo nel mio mondo artistico, scomparendo anche per settimane senza vedere i miei amici e dimenticando il mondo di Dio.

Tornando alla tua professione: hai progetti a breve scadenza?

Ho intenzione di pubblicare un nuovo album con la Folk Orchestra da me creata. Ci sarà da comporre, scrivere, ci sono diversi festival di concerti che mi aspettano, sto aspettando l'uscita di un album con brani del francese Gilbert Becaud, a cui ho dedicato una canzone intitolata “Au revoir”. Ho anche migliaia di idee in testa che svilupperò non appena il tempo me lo permetterà.

Grazie mille Karolina, sei stata gentilissima!!! Intervistarti è stato un vero piacere!!!

 

 




Lasciare un commento