mercoledì 25 maggio - Alberto SIGONA

Intervista all’artista russo K.Krash

K.KRASH: “Sogno l'Eurovision ed un duetto con Polina Gagarina”​. Intervista alla stella emergente della musica russa

Quando hai iniziato la tua passione per la musica?

La musica è sempre stata con me! Ho iniziato a cantare fin dall'infanzia, insieme ai miei genitori e ai miei nonni. Dall'età di 12-13 anni ho iniziato a dedicarmi seriamente al canto, ed a 18 anni ho finalmente capito che la musica è la mia vita; quindi diventerà la mia professione. La musica fino ad oggi mi fa battere forte il cuore, mi allarga il sorriso, mi rallegra sempre, anche nei momenti più difficili.

In che occasione hai iniziato a farti conoscere dal pubblico?

Posso dire con certezza che ho tenuto concerti di un'ora intera quando ero ancora un bambino, a 3-4 anni. All'inizio spontaneamente, ma quando sono cresciuto è diventata una tradizione: nei fine settimana radunavo tutta la famiglia e mi esibivo davanti a loro. Mi sono cambiato d'abito, ho parodiato artisti famosi, ho interpretato i principali successi russi dell'epoca, ma ho anche cantato da solo, ovviamente, alcune delle mie canzoni preferite. E se parliamo della prima esibizione pubblica davanti a sconosciuti, allora era un concorso per giovani attori, a cui ho partecipato quando ero in prima elementare. Ho preso il 1° posto lì, e mi ha lasciato un'impressione indelebile. Mi è stato dato il mio primo diploma, dove c'era scritto che avevo vinto il concorso creativo. È stato un momento molto importante per me, che in una certa misura ha determinato il mio ulteriore desiderio di crescere come artista.

A quale genere musicale appartiene la tua musica?

Mi sembra che nel 2022 parlare di una chiara divisione in generi sia un po' antiquato, perché ora i musicisti suonano principalmente un mix di generi, stili e tendenze diversi. Le mie canzoni hanno elementi di musica pop, R'n'B, hip-hop, a volte rap, house, musica dance. In effetti può essere qualsiasi cosa, l'importante è che il compito principale sia adempiuto: la mia musica è creata per le persone, voglio che le rallegri, che migliori la loro giornata. E per questo tutti i mezzi e gli stili vanno bene!

T'ispiri a qualche cantante in particolare?

Oggi tutta la mia attenzione è concentrata sulla mia musica, sul mio lavoro. Ma quando ero più giovane, mi piaceva molto il lavoro di Polina Gagarina. Lei è una popolare cantante russa che ha partecipato all'Eurovision 2015 ed è diventata famosa in tutta Europa con la canzone Million Voices. La biografia creativa di Polina, la sua perseveranza, l'abilità artistica, il talento incondizionato e il modo in cui lavora sul palco, il modo in cui canta: tutto questo mi ha ispirato e motivato a lavorare di più per realizzare il mio sogno, cioè cantare in duetto con lei. E questo desiderio è ancora attuale oggi.

 

5 Della musica russa quali artisti preferisci?

Ce ne sono un numero enorme! Ci sono molti nuovi musicisti fantastici e brillanti, e sono molto contento che il mercato musicale russo stia crescendo. Probabilmente non sono pronto a individuare nessuno in particolare, ma vi sono sicuramente svariate nuove stelle nascenti che stanno attirando la mia attenzione. Per me è importante trovare costantemente qualcosa di nuovo, cercare anime gemelle e offrire loro collaborazioni congiunte. Mi piace molto supportare con le mie audizioni, commenti e Mi piace sui social network i nuovi artisti che stanno appena comparendo nello spazio musicale.

Conosci la musica italiana?

Beh, certo! Mi sembra che la musica italiana sia conosciuta e diffusa ben oltre l'Italia, in tutto il mondo. Adoro in primis i mitici Eros Ramazzotti e Adriano Celentano. Ascoltavo le loro canzoni quando ero piccolo, i miei genitori le ascoltavano. Ho ricordi molto caldi e piacevoli associati alla loro musica. E se parliamo di interpreti italiani moderni, allora c'è un meraviglioso cantante: Mahmood. Adoro la sua canzone Soldi! Quando l'ho sentita per la prima volta, per diversi mesi ho continuato ad ascoltarla: canzone molto bella!

Su quale palco internazionale ti piacerebbe esibirti?

In generale, mi sembra che tutti i musicisti siano fortunati, perché la musica è una tale arte, una tale professione che ti apre il mondo intero, la musica non ha confini. Sarei felice di esibirmi assolutamente ovunque, su ogni palco [ride]. Certo, mi piacerebbe molto prendere parte all'Eurovision Song Contest dalla Russia, perché è un grande onore per qualsiasi artista rappresentare il proprio Paese in un evento musicale così interessante e vibrante. Guardo Eurovision fin dall'infanzia, non mi manca mai. E questo è anche il mio sogno, che spero un giorno diventi realtà.

Hai progetti per il futuro?

Vorrei continuare a scrivere musica. Vorrei che la mia musica fosse ascoltata da quante più persone possibile, in modo che sia in sintonia con loro! In modo che venissero ai miei concerti, dove ci potremmo scambiare energia l'uno con l'altro. E questo scambio reciproco mi permetterebbe di svilupparmi ulteriormente professionalmente. Quest'anno ho intenzione di pubblicare un primo album a tutti gli effetti.... Attualmente ci stiamo lavorando con il mio team.

Cosa c'è nella tua vita oltre alla musica?

Sono un normale ragazzo russo come tutti gli altri. Nella mia vita c'è amore, famiglia, amici, feste rumorose e divertenti o tranquille serate appartate. Sono appassionato di sport. Ho i miei libri preferiti. Mi piace anche leggere di moda, mi piace molto comprare cose nuove e ricostituire il mio guardaroba, cosa per cui i miei amici spesso mi rimproverano, dato che non c'è posto dove mettere i miei vestiti [ride]

Il tuo sogno proibito?

Certo, vorrei che tutte le persone nel mondo fossero in salute. Perché l'amicizia, la pace, l'amore regnino sul nostro pianeta, in ogni Paese. E in Russia, e in Italia e in generale ovunque. E se parliamo di me, allora il mio più grande sogno caro è legato all'amore. Voglio trovare la persona che mi accompagnerà per tutta la vita, con la quale potrò creare una grande famiglia e vivere felicemente. E, naturalmente, non dimentico i miei sogni professionali, musicali, di cui ho parlato prima: cantare in un duetto con Polina Gagarina ed esibirmi all'Eurovision. Spero che tutti i miei sogni diventino realtà!

 

Grazie infinite!!! Un ringraziamento speciale va anche alla sua "PR Agent", la rinomata Anastasia Drapeko, per la sua preziosa, professionale e cordiale collaborazione, con cui in passato ho già avuto il piacere di lavorare, intervistando stelle planetarie del calibro di Nyusha, Tamara Kutidze ed altre...

 




Lasciare un commento