martedì 22 febbraio - Anna Maria Iozzi

Intervista a Ludovica Pagani, una delle conduttrici di “FantaCalcio Serie A TIM”: "Un’esperienza che mi sta arricchendo molto"

È alla conduzione di “FantaCalcio Serie A TIM”, il primo reality dedicato al calcio, in onda ogni venerdì in streaming su Tim Vision, in cui è affiancata da nomi illustri dello sport, Bernardo Corradi, Luigi Di Biagio, Malcom Pagani, Ivan Zazzaroni, Pierluigi Pardo, Riccardo Rossi, Ludovico Rossini.

Stiamo parlando della nota influencer Ludovica Pagani che, in questa intervista, ci svela la curiosità e la soddisfazione di aver intrapreso questo percorso. Per una ragazza così intraprendente e determinata nel perseguire gli obiettivi, essere stimolati dalla voglia di conoscenza e di studio, per avviarsi alla realizzazione di quello che si desidera, è un viatico importante per la propria maturità personale. 

Modella, influencer, conduttrice tv e speaker radiofonica. È laureata in Economia e Management. Nel suo curriculum, svariate esperienze a Sportitalia e TeleLombardia, ma anche a Quelli che il calcio su Rai Due e a RDS. Un curriculum di successo che, per una ragazza classe 1995, denota la voglia di sperimentare e di apprendere in un percorso che le sta insegnando molto.

Per una nota influencer come lei, è fondamentale instaurare una comunicazione pulita, in linea con i valori di cui si fa portavoce nella vita di tutti i giorni, facendola sdoganare da quel ricorrente luogo comune che, spesso, predomina nei social: il fatto di apparire più che essere. In lei, si nota la capacità di sapersi relazionare in un contesto che, anche se, a volte, potrebbe essere bersaglio mobile di insulti, è il modo con cui si comunica che fa la differenza.

Tanti i progetti e le novità a cui sta lavorando con grande perseveranza, impegno e studio, ma, per riservatezza, intende mantenere il riserbo.

È tra le protagoniste alla conduzione del "FantaCalcio Serie A TIM", il primo reality dedicato al gioco più amato dai tifosi disponibile ogni venerdì su TimVision, in cui otto personaggi del mondo dello spettacolo si sfidano nel FantaCalcio Serie A TIM. Com'è maturata l'idea di farsi coinvolgere in questo progetto? 

“È stata una proposta che mi è stata offerta e ho deciso di accettare per mettermi in gioco, soprattutto, perché, per me, era la prima volta che mi addentravo nel gioco del FantaCalcio con una mia squadra. Prendere parte a questo progetto mi ha, perciò, suscitato molta curiosità e sono molto contenta di averlo fatto, perché è un’esperienza che mi sta arricchendo molto”.

È affiancata da Bernardo Corradi, Luigi Di Biagio, Malcom Pagani, Ivan Zazzaroni, Pierluigi Pardo, Riccardo Rossi, Ludovico Rossini. Com'è, per lei, affrontare questa esperienza?

“Essendo l’unica donna in studio, alle volte, è molto tosta. Bisogna dimostrare i cosiddetti “attributi”. A parte gli scherzi, mi trovo davvero molto bene con tutti: c’è un ambiente molto sereno, si ride e si scherza. Sono tutti molto simpatici e professionali, perciò sono molto contenta di essere lì con loro”.

Oltre a questa conduzione, è reduce dal successo delle quattro puntate natalizie di "Casa Pagani", una sorta di talk show che è andato in onda su YouTube in streaming, in cui sono avvenuti confronti e dibattiti con personaggi al di là del contesto calcistico. Il programma è stato anche promotore di una nobile causa benefica. Dopo il successo della prima stagione, è andata in onda la seconda. Com'è il bilancio effettivo di questa? Si sente di portare avanti questo progetto? 

“Il progetto Casa Pagani andrà sicuramente avanti. Abbiamo, però, il desiderio di legarlo ad avvenimenti importanti, come, ad esempio, lo speciale Euro2020, oppure la xMas Edition”.

Sappiamo che, interagendo nell'ambito calcistico in qualità di conduttrice, in lei, è maturata la voglia di studiare giornalismo sportivo, iscrivendosi alla Rcs Academy. Quanto incide, a livello formativo, lo studio di questa nuova disciplina nel suo bagaglio culturale? 

“Ho sempre ritenuto che studiare fosse qualcosa che arricchisse e tenesse sempre allenata la mente. Io mi sono laureata in Economia e il mio percorso di vita mi ha portato in una direzione diversa, quella del mondo sportivo e calcistico. Avendo la possibilità di seguire progetti inerenti a queste tematiche, ho deciso di intraprendere un percorso di studi che mi potesse aiutare nella mia carriera. Studiare mi era mancato molto, perciò sono molto contenta di questo nuovo percorso di formazione. Mi piace molto studiare ed imparare cose nuove (sono sempre stata un po’ secchiona). Un altro aspetto positivo è che, grazie a questo master, mi si sono aperte molte opportunità lavorative: a breve, inizierò un progetto a cui prenderò parte grazie a questo percorso di studi”.

Da una nota influencer come lei, quanto è fondamentale l'approccio comunicativo nella realtà che viviamo e in che modo si possono contrastare le insidie del web per chi si approccia per la prima volta ad un mondo sconosciuto? 

“Comunicare è fondamentale, ma, ancor di più, lo è il modo in cui lo si fa: io sono per una comunicazione pulita. Mi piace trasmettere alle persone che mi seguono i miei valori che continuo ad avere, nonostante il mondo in cui lavoro che è, spesso, marchiato da “tanta apparenza e poca sostanza”. Io spero di riuscire a comunicare alle persone che, quando si ha una famiglia e dei valori forti, questi sono molto importanti e non devono perdersi mai. Ovviamente, lavorando, su piattaforme social, si è soggetti a critiche, ma come anche a complimenti. Io sono molto fortunata, perché ricevo raramente insulti, ma, qualora dovessi riceverne, so che posso camminare a testa alta, perché il mio percorso è sempre stato pulito e sono contenta e fiera del mio cammino”.

I dati dei suoi followers sui social attestano un grande successo. Come si fa a gestire un seguito così ben vasto dei suoi fan?

“Io sono sempre me stessa e cerco di esprimere quello che sono in ogni momento: sia positivo che non”.

Ha in mente altri progetti per il futuro? 

“Ci sono tanti progetti in essere, tra cui la realizzazione di una mia linea di abbigliamento sportivo, E Seria A Sports-, un altro progetto davvero importante di cui sono molto felice e quello di cui accennavo precedentemente in ambito sportivo, anche altre cose sono in arrivo, ma non posso ancora svelarvele”.




Lasciare un commento