venerdì 2 aprile - LaeSseTv

Il metodo Kanban per la gestione di un progetto scolastico

Per certi versi la scuola negli ultimi anni è diventata una specie di azienda. Come insegnante ti trovi a dover gestire decine e decine di iniziative, aree di progetto, una miriade di attività contemporaneamente. Hai mai pensato di attingere alle metodologie aziendali di organizzazione e gestione del tempo e applicarle a scuola per facilitarti la vita?

di Claudia Bressan

Ci sono ottimi strumenti che ti aiutano a tenere sotto controllo l’andamento del tuo progetto, specie se si tratta di un progetto complesso al quale prendono parte più persone, compresi i tuoi studenti. Ti presento il METODO KANBAN! Questo sistema ti aiuta a gestire il flusso del lavoro attraverso una visualizzazione chiara di tutte le attività che hai da fare e dello stato di avanzamento del progetto. COSA SERVE? Semplicissimo: un bel tabellone, che puoi far creare dai tuoi alunni e che appenderai in classe, scotch di carta e post-it colorati. Traccia due linee verticali sul tabellone, in modo da ottenere 3 colonne, ognuna delle quali ha un titolo: colonna 1: cose da fare (TO DO) colonna 2: cose che sto facendo (DOING) colonna 3: cose fatte (DONE) I post-it servono a definire le attività da svolgere; i colori per assegnare le attività a persone diverse. Ad ogni compito assegnerai una priorità, in modo da inserirli in un determinato ordine. I compiti più urgenti andranno posizionati in cima alla colonna, gli altri verranno messi in fondo. La prima cosa da fare è individuare tutte le azioni/passaggi che portano alla realizzazione del tuo progetto.

CONSIGLI: il progetto va esploso nel maggior numero di attività possibili. Più dettagliate sono queste attività e più velocemente le puoi realizzare, ma soprattutto più chiaro ti sarà lo stato di avanzamento del progetto. Le colonne rappresentano lo stato delle attività: nella prima colonna ci sono le attività da fare, in quella centrale le attività che stai facendo, in quella di destra le attività concluse. COME FUNZIONA? Quando cominci un’attività, sposti il post-it di quella attività dalla prima alla seconda colonna (doing), e quando l’avrai terminata, lo sposterai nell’ultima colonna (done). Man mano che il progetto avanza tieni aggiornato il tabellone. Facilissimo ed efficace. Questo metodo ti aiuta ad avere la visione generale del progetto, quasi in tempo reale. PER COMINCIARE SUBITO: 1. Scegli un progetto 2. Crea il tabellone 3. Definisci il team ed assegna ad ogni persona un colore 4. Dividi il progetto in singole attività e scrivile sui post-it, assegnandole alle persone 5. Aggiorna costantemente il flusso delle attività​

VANTAGGI: osservando il progressivo spostamento dei post-it avrai la percezione dell’avanzamento del tuo progetto e con un colpo d’occhio avrai sempre sotto controllo a che punto ti trovi, avrai maggior probabilità di rispettare le scadenze e anche una maggior senso di autoefficacia nel portare avanti le singole attività – una volta che avrai iniziato a riempire di post-it la colonna Done, vedrai ogni singolo post-it spostato come un successo. E se il tuo dirigente ti chiede: “Allora come procede il progetto?”

Lo porti davanti al tabellone e gli spieghi come sta andando… sai che soddisfazione?! E poi, avrai insegnato un sistema per la gestione dei progetti ai tuoi alunni che potranno applicarlo anche in autonomia. Ti lancio un’idea: perché non utilizzare la Kanban per la preparazione agli esami di maturità? La proponi ai tuoi studenti all’inizio dell’anno, individui tutte le singole tappe e monitori l’andamento della loro preparazione. BUONA SPERIMENTAZIONE!

Foto: Pixabay




Lasciare un commento