venerdì 4 settembre - francesco latteri

“Ich bin ein Berliner”: il discorso di Bob Kennedy jr a Berlino

“Ich bin ein Berliner”, riecheggiano di nuovo e di nuovo pronunziate da un Kennedy le parole per la Libertà. Berlino gremita come non la si vedeva da tempo. Le immagini dall'alto suscitano stupore.

 L'occasione è quella del lancio di Children's Health Defense Europa. Ci sono, tra gl'organizzatori Heiko Schoening, Markus Haintz e Rolf Karpenstein. Il luogo è storico: il “Brandemburger Tor” dove già nel 1963 un altro Kennedy, John Fitzgerald, - zio di Bob Jr – pronunziò il celebre “ich bin ein Berliner” e sotto il quale, all'indomani della caduta del muro nel 1989, l'allora Cancelliere democratico Helmut Kohl passò con a fianco San Giovanni Paolo II, principale artefice della caduta. Date diverse ma uno stesso luogo ed una stessa rivendicazione: il diritto alla Libertà. Ieri la minaccia era più palese: il totalitarismo ideologico/politico. Oggi la minaccia è più subdola e pericolosa: l'agenda di sicurezza biologica di Bill Gates e “l'ascesa dello stato di sorveglianza autoritaria ed il colpo di stato sponsorizzato da Big Pharma contro la democrazia liberale”. Tra i presenti l'oratore più atteso è proprio il nipote di JFK e la sua salita sul palco è salutata da un'ovazione. Il discorso parte dall'analisi della realtà creata dal Covid e dall'utilizzo politico della pandemia come strumento di coazione:

“Negli Stati Uniti i giornali dicono che sono venuto qui a parlare con 5.000 nazisti e domani lo confermeranno. Ma, quando guardo questa folla, vedo l'opposto dei nazisti. Vedo persone che amano la Libertà, che vogliono un Governo aperto, leaders che non mentano, che non assumano decisioni e regolamenti arbitrari, con il fine di ridurre all'obbedienza la popolazione, che non ingaggino funzionari sanitari che abbiano legami finanziari con le industrie farmaceutiche. Funzionari che lavorino per la gente e non per Big Pharma. Vogliamo politici che si preoccupino della salute dei nostri figli e non del profitto delle lobby farmaceutiche... Guardo questa folla e vedo tutte le bandiere d'Europa, persone di tutti i colori, di ogni nazione e religione, che si preoccupano dei diritti umani, della salute dei bembini, delle libertà politiche. Questo è esattamente l'opposto del nazismo. I Governi amano le pandemie, e le amano per la stessa ragione per cui amano la guerra, perché permettono loro di imporre un controllo assoluto delle popolazioni che in altre circostanze non sarebbe lecito. Le grandi istituzioni si stanno organizzando per orchestrare ed imporre l'obbedienza. Non è un mistero che persone importanti come Bill Gates ed Anthony Fauci abbiano pianificato questa pandemia da decenni in modo che quando finalmente sarebbe arrivata saremmo stati al sicuro e ora che è qui sembra non sappiano di cosa stiano parlando. Sembra che se lo stiano inventando e vanno avanti così. Inventano numeri e non riescono a dirci qual'è il tasso di mortalità per il Covid. Non riescono a fornirci un test Pcr che funzioni davvero. Devono cambiare la definizione di Covid nel certificato di morte per farlo sembrare sempre più pericoloso. La sola cosa di cui sono capaci è aumentare la paura”.

E, su questo, il luogo stesso fornisce a Bob Kennedy Jr un precedente significativo ed ineludibile: “Settantacinque anni fa Hermann Goering testimoniò al tribunale di Norimberga, gli venne chiesto: “Come avete convinto il popolo tedesco ad accettare tutto questo?” E lui ha risposto: “E' stato facile, non ha niente a che fare con il nazismo, ha a che fare con la natura umana, puoi farlo in un regime nazista, socialista o comunista, puoi farlo in una monarchia o in una democrazia. L'unica cosa che si deve fare per rendere le persone schiave è spaventarle e se riesci a trovare qualcosa per spaventarle potrai fargli fare qualunque cosa tu voglia. Cinquanta anni fa mio zio John Kennedy venne in questa città perché Berlino era la frontiera contro il totalitarismo mondiale e ancora oggi è la frontiera contro il totalitarismo globale. Mio zio venne qui e disse orgogliosamente al popolo tedesco : “Ich bin ein Berliner” E oggi tutti quelli che sono qui possono orgogliosamente dire un'altra volta: “Ich bin ein Berliner”. E voi siete la frontiera contro il totalitarismo.”

Tuttavia, i totalitarismi di oggi – Bob Kennedy Jr ne è ben cosciente - non sono più semplicemente ideologico/politici come quelli di una volta, ma molto più permeanti ed opprimenti, come ahimé! danno loro di essere le nuove tecnologie che pongono insieme non indifferenti problemi anche di salute:

“E voglio dirvi un'altra cosa: non hanno fatto un buon lavoro per quanto riguarda la salute pubblica: ma hanno fatto un buon lavoro per usare la quarantena per imporre il 5G in tutti i nostri stati e per portarci tutti verso la moneta digitale che è l'inizio della schiavitù. Perché se loro controllano il tuo conto in banca controllano il tuo comportamento. E vediamo tutte queste pubblicità in Tv che dicono: “il 5G sta arrivando nella tua città, sarà una gran cosa per tutti e cambierà la tua vita in meglio!” Ed è molto convincente devo dire. Perché guardo queste pubblicità e penso: è fantastico, aspetto trepidante che arrivi il 5G, perché sarò in grado di scaricare un videogioco in 5 secondi invece che in 16. Ed è per questo che stiamo spendendo 5 trilioni di dollari per il 5G? No il motivo è la sorveglianza e la raccolta di dati, non è per voi o per me, è per Bill Gates, Mark Zucherberg, Jeff Bezos e tutti gl'altri miliardari. Bill Gates dice che la sua flotta di satelliti sarà in grado di sorvegliare ogni centimetro quadrato del pianeta 24 ore al giorno. Ed è solo l'inizio. Sarà anche in grado di seguire ognuno di voi attraverso i vostri smathphone, il riconoscimento biometrico, il Gps.”

Insomma la realizzazione del panopticum e del 1984 di Orwell sono ormai realtà

“Pensate che Alexia stia lavorando per voi? Sta lavorando per Bill Gates spiandovi. Dunque la pandemia è una crisi di comodo per le elìte che stanno dettando le loro politiche, gli dà la possibilità di cancellare la classe media, di distruggere le istituzioni della democrazia e di portare tutta la ricchezza nelle mani di una manciata di miliardari per rendere loro più ricchi impoverendo gl'altri. L'unica cosa che si interpone tra loro e i nostri figli è questa folla che è venuta in piazza qui a Berlino. Gli diremo: “non cambierete la nostra libertà non avvelenerete i nostri figli, vogliamo indietro la nostra democrazia. Grazie a tutti e non smettete di lottare.” Insomma: un intervento a tutto campo che nulla ha da invidiare a quello tenuto 63 anni fa da JFK...

francesco latteri scholten.

Foto: Wikipedia




Lasciare un commento