giovedì 19 agosto - Attilio Runello

Gli Stati Uniti stanno lasciando un arsenale nelle mani dei talebani

Gli Stati Uniti contando sull'esercito afgano hanno ritirato prima l'esercito e adesso con i pochi rimasti devono evacuare i civili.

Le critiche sono unanimi e provengono naturalmente anche da Trump.

Lasciati sul campo anche ingenti armamenti. Del destino di quelli che rimangono non interessa nulla a nessuno.

È evidente che gli Stati Uniti contavano sulla resistenza dell'esercito afgano. E non avevano un piano B. Adesso è evidente. Dichiarano che nessuno degli analisti lo aveva previsto. E ci volevano gli analisti! Lo hanno addestrato e non avevano capito di che pasta era fatto?

Devono ancora evacuare diecimila americani per non parlare di tutti i collaboratori.

Il paese e la città di Kabul è nelle mani dei talebani che di fronte a una manifestazione di protesta di civili afgani a Jalalabad non hanno esitato a sparare sulla folla.

Controllano anche l'accesso all'aeroporto, controllano i documenti e decidono chi può partire e chi no.

Trump che pure era favorevole al ritiro non gliele manda a dire a Biden. Biden infatti prima aveva fatto ritirare quasi tutti i soldati lasciando a Kabul civili e collaboratori afgani. Non solo: hanno lasciato di fatto nelle mani dei talebani un arsenale che vale decine di miliardi in mezzi aerei, blindati e armi di ogni tipo.

Biden ha fatto dietrofront e ha rimandato a Kabul alcune migliaia di soldati che ora sono asserragliati all'interno dell'aeroporto.

Nel comunicato agi Trump dice:"Abbiamo miliardi di dollari li' in elicotteri, jet militari, carri armati, missili, li stiamo perdendo tutti".

Certo vedere persone che pur di scappare si attaccano alle ruote degli aerei non da proprio l'idea di una ritirata ordinata e a molti in Italia - e non solo a Trump - ha ricordato la ritirata dal Vietnam.

Trump aggiunge: "E' una situazione imbarazzante, la più imbarazzante nella storia di questo paese. La Cina sta vedendo quello che succede e ci ride dietro.
Ma non si lasciava l'Afganistan per tutelare interessi altrove? Qualsiasi siano questi interessi non è un buon inizio.

 

 

 




Lasciare un commento