venerdì 18 settembre - Antonio Mazzeo

Frontex a caccia di migranti grazie ad Israele e al complesso militare-industriale UE

La realizzazione di un sistema di comando che sovrintenda alle attività di controllo delle frontiere marittime dell’Unione Europea e favorisca lo scambio di informazioni tra le Marine militari, le Guardia coste e le forze di polizia dei paesi membri Ue ed extra-Ue come ad esempio Israele.

Con la supervisione e il supporto di Frontex, l’Agenzia a cui Bruxelles affida la sorveglianza dei flussi migratori e della frontiere esterne dell’Unione, il Ministero della Sicurezza Pubblica d’Israele, i Ministri della Difesa di Italia, Grecia e Portogallo, altri enti statali, importanti centri di ricerca nel settore della cyber security e alcune delle industrie aerospaziali militari europee hanno promosso il progetto Andromeda (An EnhaNceD Common InfoRmatiOn Sharing EnvironMent for BordEr CommanD, Control and CoordinAtion Systems), finanziato dalla Ue con 5 milioni di euro nell’ambito del programma di ricerca e innovazione “Horizon 2020”.

Andromeda ha preso il via il 1° settembre 2019 e si concluderà il 28 febbraio 2021. Ministero della Difesa. Un ruolo chiave è affidato ai ricercatori della Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, istituzione promossa nel 2005 da quattro ministeri (Istruzione, Università e Ricerca; Ambiente e tutela del territorio e del mare; Politiche agricole e forestali; Economia e finanze) con il fine di approfondire le conoscenze sulla variabilità climatica con particolare attenzione all’area del Mediterraneo. Con sede centrale a Lecce e gruppi operativi sparsi in tutta Italia, il Tra i partner italiani di Andromeda compaiono poi Codin S.p.A. di Roma, azienda fornitrice di soluzioni tecnologiche innovative, nonché progettista dicomponenti dei sistemi di controllo del traffico aereo e di speciali software indirizzati alla homeland security, alla cyber-defence, alla protezione delle infrastrutture critiche e alla sicurezza di porti e aeroporti; ed Exus Software LTD (azienda britannica con filiale secondaria ad Atene che produce software); Inovaworks C&C SA (gruppo portogheseBulgaria che sviluppa componenti informatiche e tecnologie di telecomunicazione).

A cooperare con forze armate e industrie militari nella progettazione dei nuovi sistemi di controllo delle frontiere, due centri accademici: l’Institute of Communication and Computer Systems dell’Università Tecnologica di Atene e la Laurea University di Scienze Applicate con sede nella regione di Uusimaa, nella Finlandia meridionale. 

Foto: mw238/Flickr




Lasciare un commento